I sapori del Veneto si raccontano alla stampa scandinava e danese

602

Il Veneto è la prima Regione italiana nelle esportazioni di prodotti agroalimentari nei paesi scandinavi, soprattutto Svezia e Danimarca, con il 21 per cento del valore totale dell’export e con una crescita da 133 milioni di euro del 2005 a oltre 212 milioni di euro del 2009. Analogo aumento ha riguardato le esportazioni di vino italiano in generale: da 70 milioni di euro del 2005 al 116 milioni di euro del 2009. Più di 332 mila scandinavi e danesi hanno inoltre scelto lo scorso anno il Veneto come meta delle loro vacanze, facendo registrare oltre un milione 941 mila pernottamenti, con una crescita di circa il 3 per cento degli arrivi e del 2 per cento delle presenze.
“Con la Scandinavia e la Danimarca, che dal punto di vista turistico costituisce da sola la quota preponderante di arrivi e presenze da quei Paesi, come sistema nazionale e come Regione, stiamo operando per riposizionare verso l’alto la nostra immagine – ha sottolineato l’assessore alla promozione del ‘Made in Veneto’ Marino Finozzi – mettendo nel piatto (è il caso di dirlo) proposte sicuramente all’altezza delle aspettative di un mercato di 25 milioni di consumatori attenti ed economicamente benestanti. Del resto, i nostri prodotti alimentari e i nostri vini sono noti e ben affermati presso i consumatori svedesi e danesi e sono in crescita nelle preferenze dei consumatori finlandesi e norvegesi, pur tenendo conto che la gestione commerciale delle bevande alcoliche è gestita, tranne che in Danimarca, da un monopolio statale”.

Lo stesso Finozzi ne ha parlato ieri sera, proprio a tavola a Venezia, con cinque giornalisti della stampa specializzata enogastronomica selezionati dagli uffici ICE di Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia, in visita nel Veneto nel contesto del programma “I Veri Sapori e Saperi delle Regioni Italiane in Scandinavia”. “Come Veneto – ha ricordato l’assessore – stiamo partecipando a questa iniziativa promozionale biennale ‘a tema’ che l’ICE ha organizzato in collaborazione con noi, l’Emilia Romagna, la Lombardia, il Piemonte e la Toscana.

Al progetto hanno aderito 89 aziende produttrici italiane, 12 delle quali venete: 6 per il settore food, 6 per il wine. Lo scopo è di poter ampliare ulteriormente lo spazio commerciale del ‘Made in Veneto’ e delle nostre produzioni di qualità. Non a caso, prima dei giornalisti, sono venuti a visitarci operatori commerciali, chef e sommelier, mentre sono stati organizzati corsi di formazione specifica e, direttamente in Scandinavia, veri e propri show di cucina”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here