Super yacht “Dislopen” di CRN, il nuovo concept per la nautica di lusso internazionale

593

Il brand del Gruppo Ferretti lancia una linea di navi da diporto custom da 44 a 62 metri che unirà l’estetica delle imbarcazioni open al comfort degli yacht dislocanti.
CRN, cantiere navale e brand del Gruppo Ferretti, ha presentato oggi a Londra un nuovo concept di megayacht, destinato a stabilire nuovi standard nella nautica di lusso internazionale.

Si tratta del “Dislopen”,una serie di imbarcazioni particolarmente innovativa, in acciaio e alluminio, che unirà le linee e gli stilemi delle navi open performanti con i volumi e la comodità dei grandi yacht dislocanti.

Con il termine “Dislopen”, CRN vuole sviluppare delle nuove navi da diporto che offrono un esclusivo modo di vivere la navigazione e la crociera, in cui si manterrà sempre il contatto diretto con il mare, potendo contare su comfort e spazi a bordo ancora maggiori, soprattutto all’aperto.

Nella suggestiva cornice dell’hotel Mandarin Hyde Park di Londra oggi sono stati svelati i dettagli di questa inedita “idea” di nautica, nata da un’intuizione di CRN e degli architetti Gianni e Paola Zuccon dello Studio Zuccon International Project, da anni partner del brand e del Gruppo Ferretti.

Il concetto di Dislopen è sviluppato concretamente da CRN in tre macro-progetti di megayacht, linea Sport, un modello di 46 metri, il secondo di 52 metri e il terzo di 62 metri. Per il 46 e il 52 sono state studiate anche due versioni con differenti studi estetici della poppa, che riducono la lunghezza complessiva di due metri per ciascun modello, più pulite ed essenziali, rispettivamente un 44 e un 50 metri.

Le navi da diporto della linea Dislopen avranno un’estetica sportiva, simile a quella che si trova su yacht di piccole e medie dimensioni, ma saranno in grado di effettuare lunghi tragitti, anche transoceanici nel comfort tipico dei megayacht dislocanti.

Per fare un paragone, si potrebbe dire che il concetto di Dislopen è simile alla sintesi fra una fuoriserie sportiva e una berlina di lusso.
Ogni megayacht della linea Dislopendi CRN sarà dotato di quattro o cinque ponti (a partire dall’alto: sun deck- solo nella versione 46 e 52 metri- owner’s deck, main deck, lower deck, sub deck, quest’ultimo riservato agli spazi tecnici e alla cambusa), con predominanza delle aree all’aperto. Il layout interno ed esterno è stato ripensato per ottenere soluzioni semplici, funzionali, che sfruttino in maniera originale ogni area a bordo.

In particolare, sul main deck si trova l’ampio pozzetto di poppa, completamente aperto, con zona prendisole – con una grande piscina nei tre esclusivi progetti di 46, 52 e 62 metri – una zona lounge e zona pranzo coperta: è stata creata così un’armoniosa “Al Fresco” dining, pratica e piacevole per l’armatore e i suoi ospiti. A prora del ponte principale si sviluppa una seconda zona lounge open air, con divanetto “a C” con tavolo e ampio prendisole.
All’interno un giga-salone, la lobby e verso prora la dining area e una grande sala cinema, con possibilità di sostituire quest’ultima con una sala fitness.
Sono stati studiati inoltre differenti layout per accontentare tutte le richieste dei clienti proponendo così un’area separata verso prora del ponte principale completamente da customizzare ad esempio con sala cinema, sesta cabina ospiti con terrazza o, non ultimo, una zona gym e wellness.

Nel ponte superiore, dedicato esclusivamente all’armatore – denominato ponte armatore -, verso poppa si trova un ampio pozzetto aperto privato.

Sul sun deck, infine, a cui si accede con scala centrale aerea esterna, oppure dalla lobby scale interna, è stata allestita un’ulteriore zona prendisole e una seconda plancia di comando a scomparsa verso prua, tipica delle imbarcazioni open.

Tutti i Dislopen sono dotati di cinque cabine VIP e suite armatoriale, con un equipaggio commisurato alla dimensione del mega yacht (dalle 9 persone di equipaggio ad un massimo di 15) ed alloggiato nell’area verso prua del ponte inferiore separata dalla zona notte per gli ospiti.

Oltre ai numerosi ambienti all’aperto fruibili anche durante la navigazione, una volta fermi all’ancora gli ospiti potranno godere di ulteriori superfici, diventati ormai un must have dei clienti CRN.

Ad esempio la terrazza apribile sul marenella cabina VIP ospiti, a tutto baglio, allocata verso prora del ponte principale del 52 metri; la stessa apertura con terrazzino si trova anche nella sala da pranzo dei progetti del 46 metri; infine diventano due le terrazze sui due lati del 62 metri nella dining room posizionata all’estrema prua sempre del ponte principale.

Nel 46 metri inoltre, verso poppa, ma con sviluppo laterale, gli ospiti potranno godere di un’area con spiaggetta abbattibile a pelo d’acqua dedicata al fitness e al wellness .

Nel 52 metri, l’armatore potrà godere del beach club a poppa, l’area ricavata dall’apertura del portellone che si trasforma in un autentica spiaggia attrezzata, fruibile come solarium.

Gli interni, valorizzati al massimo, presentano volumi maggiori, grazie ad una razionalizzazione degli spazi, che ha eliminato quelli solitamente inutilizzati dall’armatore. La presenza di ampie vetrate nelle murate dei ponti, inoltre, dà ampio respiro alle sale interne, consentendo una vista panoramica da qualsiasi zona della nave, altro elemento insolito per uno yacht di queste dimensioni.

Secondo Lamberto Tacoli, presidente di CRN e Chief Sales and Marketing Officer del Gruppo Ferretti “Con il concept di Dislopen CRN conferma la sua vocazione nel panorama della nautica di lusso internazionale: innovare, creare, guardare avanti. Il progetto è il frutto di un dettagliato lavoro di analisi del mercato e delle sue richieste fatto da CRN insieme al Gruppo Ferretti e della collaborazione fra il nostro reparto Ricerca e sviluppo e i nostri partner di lunga data dello studio Zuccon”.

“Quando si tratta di vicinanza al cliente, flessibilità e qualità CRN è fra le aziende top a livello mondiale. Siamo già al lavoro per attuare concretamente il progetto Dislopen, dando continuità a una fase che vede oggi il nostro cantiere di Ancona impegnato nella costruzione di ben ventuno megayacht complessivamente, un unicum a livello mondiale” conclude Tacoli.

"Il progetto Dislopen è un esempio di come la fase di 'ascolto' delle esigenze del cliente sia fondamentale in un mercato di nicchia, ma di livello altissimo, come il nostro. CRN dimostra anche il suo eclettismo: pochi giorni fa abbiamo presentato un progetto per un megayacht di 52 metri dalle linee molto classiche, pure, ispirate agli anni Settanta e Ottanta, mentre il Dislopen è un concept del tutto diverso, che rappresenta qualcosa di assolutamente inedito per il nostro settore: aggiunge Luca Boldrini, Brand Manager di CRN.

L’architetto Gianni Zuccon chiosa: “Il progetto della nuova gamma d’imbarcazioni CRN “DISLOPEN” chiarisce sin dalla scelta del nome il suo definirsi anzitutto come ricerca di innovazione tipologica, nella quale si riconsiderano in modo critico i contenuti spaziali e funzionali prevalenti di altri tipi di imbarcazioni. Il Dislopen è una sorta di “ibrido tipologico” che vuole costituire un nuovo scenario nel quale vengano esaltati gli aspetti positivi di una vita a bordo che pone particolari attenzioni sia alle relazioni istituibili tra spazi individuali e spazi comuni, sia alle relazioni istituibili tra spazi esterni e spazi interni.
Il Dislopen aspira a proporsi come “sistema di vita in mare” nel quale sia possibile fondere insieme caratteri tipici del confort delle imbarcazioni dislocanti con la semplicità, e la sportività delle imbarcazioni aperte anche di minore dimensione, e nelle sue differenti dimensioni attuali, si propone con un linguaggio fondato su stilemi capaci di esprimere questa fusione”

Il 46 mt Sport avrà 2 motori Caterpillar C32 per un velocità di crociera di 14 nodi e massima di 15 nodi; il 52 mt Sport navigherà con 2 motori Caterpillar 3512 C per un velocità di crociera di 14 e massima di 15 mentre il Dislopen 62m Sport sarà spinto da 2 motori Caterpillar 3512 C che permetteranno di raggiungere una velocità di crociera di 14 nodi ed una massima di 15 nodi.

Le navi verranno classificate Lloyd’s Register of Shipping e saranno conforme alle normative MCA.

La portata innovativa del progetto e la flessibilità della proposta rendono CRN fiduciosa sul fatto che la linea Dislopen avrà un importante riscontro da parte del mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here