Congresso eucaristico nazionale, riunita ad Ancona la Commissione generale d’indirizzo

549

\”I frutti che l’evento porta con se arricchiranno e faranno crescere anche la comunità marchigiana che lo ospita”. Con questo auspicio di mons. Mariano Crociata, segretario generale della Cei (Conferenza episcopale italiana), si è conclusa la riunione della Commissione generale d’indirizzo del XXV Congresso eucaristico nazionale, in programma nella Metropolia di Ancona dal 3 all’11 settembre prossimi. L’incontro è stato presieduto dal presidente della Regione e commissario delegato, Gian Mario Spacca, con la partecipazione dei rappresentanti dei vari enti componenti il Comitato. Spacca ha sottolineato l’importanza della riunione, che arriva ormai “alla vigilia” del grande evento di settembre. Una riunione, ha ricordato Spacca, preceduta da un’intensa serie di incontri operativi dei gruppi tematici organizzati per la migliore riuscita del Congresso eucaristico nazionale. Il presidente ha poi ricordato il forte e convinto impegno della Regione nell’organizzazione complessiva dell’evento e delle singole iniziative, come la mostra “Alla mensa del Signore”. La seduta odierna (che segue quella di Roma dello scorso 6 aprile) è servita per relazionare sullo stato di attuazione degli interventi in programma. Spacca ha illustrato quelli predisposti con i fondi dello Stato e della Regione Marche. Mons. Crociata ha ripercorso quelli a carico dell’organizzazione del Congresso eucaristico (Cen), Flavio Siniscalchi (dipartimento nazionale Protezione Civile) quelli seguiti dal Dipartimento nazionale.

Il vice presidente Giancarlo Sagramola ha ripercorso gli impegni della Provincia di Ancona, mentre gli assessori Paolo Pasquini e Andrea Nobili le iniziative curate dal Comune di Ancona (in particolare gli aspetti logistici e turistici). La Commissione ha preso atto della nomina del cardinale Giovanni Battista Re (prefetto emerito della Congregazione dei vescovi e presidente emerito della Pontifica commissione per l’America Latina) a Legato pontificio del XXV Congresso eucaristico nazionale. Successivamente l’arcivescovo di Ancona Osimo, mons. Edoardo Menichelli, ha svolto alcune comunicazioni sul programma definitivo. “Un’organizzazione complessa”, l’ha indicata, che vedrà alcuni momenti significativi, specie per la viabilità del capoluogo: l’apertura del Congresso (sabato 3 settembre), con l’accoglienza del Legato Pontificio; la processione eucaristica che si snoderà per il centro di Ancona, giovedì 8 settembre; l’incontro di testimonianza, in diretta televisiva, presso l’area portuale di Ancona (sono attese 25 mila persone) di sabato 10 settembre; la Santa Messa con Benedetto XVI di domenica 11 settembre. Tra gli aspetti organizzativi da segnalare, è stata evidenziata la disponibilità della Fincantieri (presente con l’ing. Giovanni Stecconi) a consentire l’utilizzo delle proprie aree portuali anche per la celebrazione della Santa Messa di domenica 4 settembre e per le altre manifestazioni in programma.

La Commissione ha poi preso atto delle problematiche riguardanti l’ordine e la sicurezza pubblica (relazionate da Francesca Montesi della prefettura di Ancona) e delle iniziative per favorire la comunicazione sul Congresso eucaristico curate dalla Cen, dalla Regione Marche e dal Comune di Ancona. Mons. Crociata ha elogiato “la grande cordialità e il grande impegno mostrato da tutti, che ha permesso di lavorare coralmente e proficuamente per la riuscita del XXV Congresso eucaristico nazionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here