Critiche imprenditori a linee guida piano energetico

549

L\’approvazione, da parte dell\’Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna, del nuovo Programma triennale sull\’energia e delle Linee guida per la localizzazione degli impianti da fonti rinnovabili non trova d\’accordo gli imprenditori emiliano-romagnoli perche\’ – si legge in una nota – \”mette in luce forti contraddizioni tra i due atti ed incoerenze negli indirizzi regionali in campo energetico\”.
"Sul rinnovo del Piano Energetico Regionale – dichiarano il coordinatore del Tavolo regionale dell'Imprenditoria Roberto Manzoni e il presidente di Confindustria Emilia-Romagna Gaetano Maccaferri – esprimiamo un giudizio positivo. Questo provvedimento, fortemente concertato con le parti sociali attraverso un iter di discussione e confronto, presenta obiettivi ambiziosi e condivisi in termini di produzione di energia da fonti rinnovabili e strumenti di sostegno agli interventi utili a stimolare la nascita di una reale green economy regionale". Viceversa, la valutazione diventa critica sulle Linee guida che, affermano i rappresentanti del Tavolo Regionale dell'Imprenditoria e Confindustria Emilia-Romagna, "hanno avuto un percorso di approvazione rapido nei tempi, ma soprattutto privo di forme adeguate di consultazione e concertazione. Diversi contributi preparati dalle nostre organizzazioni – che hanno provveduto, costrette nei tempi strettissimi di approvazione, a proporre numerose modifiche migliorative – non sono stati recepiti. Sui contenuti del provvedimento, pur prendendo atto che le ultime proposte emendative approvate in Assemblea legislativa presentano aspetti migliorativi rispetto alle precedenti stesure, ribadiamo il nostro giudizio negativo in considerazione del fatto che ci troviamo di fronte ad un atto che incidera' in modo significativo sullo sviluppo delle fonti rinnovabili nella nostra regione, e piu' in generale sull'economia del sistema regione!"

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here