Crisi: in Emilia-Romagna crescita ferma allo 0,9% nel 2011

528

Stagnazione nel 2012 con meno export e poca domanda interna.
Una crescita a ritmo ridotto che, dopo una buona prima parte dell'anno, ha subito un brusco rallentamento. E' il 2011 dell'economia in Emilia-Romagna secondo il Rapporto di Unioncamere e Regione. L'aumento reale del Pil dovrebbe assestarsi allo 0,9%, la media nazionale e' dello 0,6. Lo scorso anno era cresciuto dell'1,5% mentre per il 2012 l'ipotesi il rischio e' una crescita zero. Le ragioni: rallentamento dell'export (per il 2012 atteso un modesto +2,5%) e domanda interna al palo. Male soprattutto le costruzioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here