Il tessile punta all’estero

612

La profonda crisi regionale, ha investito anche il settore tessile che sta cercando di fronteggiare la difficile situazione economica. Obiettivo degli imprenditori, il reperimento di investitori esteri, si punta infatti, ai mercati cinesi e americani al fine di ridimensionare l’indebitamento di molte società del settore. Tra le aziende che hanno avviato trattative con i mercati cinesi ci sono la Fintexport che ha aperto i negoziati con il gruppo cinese Fixing interessato alla produzione dei tessuti in lana dell’azienda ellenica. Anche la Hellenic Fabrics, società in deficit, sta concretizzando le trattative con la Lead Finance azienda che si occupa del trattamento del cotone e del denim leader sui mercati italiani e turchi. Puntare all’estero potrebbe essere quindi una scelta lungimirante non solo per il settore tessile ma anche per il recupero dell’immagine della Grecia.

The textile sector bets abroad
The economic crisis has involved the textile sector also, for this reason many regional enterprises are looking for foreign investors in order to reduce their global debt.. Hellenic companies want to bet on China and USA markets.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here