ANCI Marche: ridimensionato l’evento Codice Rosso

655

Alla vigilia della conferenza stampa per la presentazione del calendario degli eventi dell\’VIII convegno nazionale dei Comuni sulla Protezione Civile in programma dal 7 al 9 giugno alla Fiera di Ancona, un nuovo sciame sismico che ha colpito gravemente l\’Emilia Romagna avvertendosi distintamente anche nelle Marche e ad Ancona ha convinto l\’Anci Marche, di concerto con l\’Anci Nazionale, ed il Dipartimento della Protezione Civile della Regione Marche a ridimensionare l\’intenso ciclo di convegni ed incontri previsto confermando tuttavia la consegna del premio CODICE ROSSO al prof. Franco Barbieri ed il focus dedicato al terremoto che colpì Ancona nel 1972. “La situazione di eccezionale emergenza in Emilia Romagna – ha detto Mario Andrenacci in conferenza stampa – ci colpisce nel profondo e abbiamo proposto all'Anci nazionale e a tutti gli enti ed associazioni coinvolti nell'organizzazione di CODICE ROSSO, di ridimensionare l'evento non coinvolgendo più tutti i soggetti a livello nazionale permettendo così di concentrare tutte le forze a favore del dramma delle popolazioni emiliane duramente provate dal sisma.”
Resterà però il ricordo a distanza di 40 anni dal terremoto che colpì Ancona il 17 giugno 1972. “Rispetto ad allora – ha aggiunto Roberto Signorini, Assessore alla Protezione Civile del Comune di Ancona – abbiamo un Piano Speditivo di Emergenza Sismica che ci consentirebbe di governare un'eventuale emergenza sismica della stessa rilevanza di quella colpì il capoluogo.”
Questa edizione di Codice Rosso era stata indirizzata anche in ricordo del terremoto che colpì L'Aquila nel 2009. “Anci Marche – ha detto il segretario regionale Marcello Bedeschi – raccolse dei fondi che in parte furono spesi per l'emergenza ed in parte sono serviti per restaurare e ridare nuova luce a 17 opere lesionate nel terremoto tra sculture lignee, dipinti su tela, ed un orologio a torre restaurate nell’ambito dell’attività didattica del Corso in Conservazione e Restauro dei Beni culturali che saranno presentate il prossimo 7 giugno ad Ancona.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here