Com’è slow food l’Emilia-Romagna tutti a comprare dal contadino

449

Rappresentano il 39% della popolazione, secondo un sondaggio della Regione. Comprano direttamente dal produttore \”per rispetto dell\’ambiente e della natura\”, ma anche per preservare \”le nostre tradizioni alimentari\” e per la \”sicurezza alimentare\”. Ecco gli emiliano-romagnoli alle prese con il mondo rurale. Tra i loro desideri più comuni, oggi, c\’è quello di coltivare un orto. Gli emiliano-romagnoli fanno la spesa alla "fonte", dal contadino. Sono tanti, il 39% secondo un sondaggio Swg commissionato dalla Regione sul mondo rurale. Acquistano di più e sempre più spesso in campagna: dalla frutta alla verdura, dai "prodotti tipici" alla carne. E per i motivi più vari: rispetto dell'ambiente e della natura, sicurezza alimentare, trasmissione di valori andati persi. "Questo sondaggio – dice l'assessore all'Agricoltura Tiberio Rabboni – sfata una serie di luoghi comuni che dipingono la campagna come un luogo marginale e arretrato, assegnandole invece una nuova funzione sociale".

Il sondaggio. La ricerca è stata commissionata dalla Regione, che ha interrogato quasi mille consumatori sulle loro abitudini alimentari e su dove vanno più spesso a fare la spesa. Il 39% degli intervistati si rivolge ai contadini regolarmente, una volta al mese o persino una volta a settimana.

Perchè vivere "slow". La maggior parte degli intervistati ha detto che preferisce andare dal contadino "per rispetto dell'ambiente", mentre il 52% rivendica "il rispetto dei tempi della natura" e il "ruolo primario dell'agricoltura nella società". Importante, poi "la sicurezza alimentare", così come molto sentito è il "rispetto della tradizione alimentare emiliano-romagnola".

Chi compra dal contadino. L'acquisto diretto dal produttore è più frequente nella fascia d'età tra i 35 e i 54 anni e tra chi risiede nella provincia di Ferrara e in quelle romagnole. Ma è molto sentita fra i giovani la vacanza in agriturismo, in particolare nella fascia d'età 25-44 anni: interessa soprattutto le famiglie, con figli piccoli e vita in città. L'acquisto in azienda, la vacanza in agriturismo e la coltivazione di un proprio orto si confermano ai primi posti tra i desideri degli emiliano-romagnoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here