CRISI: EMILIA ROMAGNA, RISCOPRIRE MANIFATTURA PER NUOVO SLANCIO

780

Sassuolo (Mo) – Nel dibattito a cui hanno partecipato tra gli altri Luisa Todini, Presidente del Comitato Leonardo, Gian Luca Sghedoni, A.D. Kerakoll, Patrizio Bianchi, Assessore alla scuola della Regione Emilia Romagna e Pietro Ferrari, Presidente di Confindustria Modena- e\’ stata evidenziata l\’esigenza da parte di molte pmi di attuare una profonda riorganizzazione interna (passaggio da aziende a gestione familiare a gestione manageriale), una riorganizzazione industriale (adozione di nuove tecnologie e nuovi processi di prodotto), un collegamento a rete con imprese complementari ed un collegamento con centri di ricerca e universita\’ d\’eccellenza. Da questo puo' derivare un ulteriore impulso al commercio estero che, per l'Emilia Romagna, rimane una componente essenziale della crescita economica con 48 miliardi di euro di export a fronte di 30 miliardi di importazioni, con un surplus di oltre 18 miliardi di euro. Al termine del convegno e' stata firmata una lettera d'intenti tra il Comitato Leonardo e l'Universita' di Modena e Reggio, con la quale il Comitato si e' impegnato a concedere 5 borse di studio ad altrettanti studenti residenti nelle Province colpite dal sisma del 2011, che avranno presentato una tesi di laurea particolarmente meritevole nel campo del Made in Italy e dell'internazionalizzazione d'impresa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here