Financial Times valuta positivamente i master Bocconi

505

Il riscontro positivo dei laureati nel mercato del lavoro internazionale spinge in avanti il Master of science in Finance della Bocconi nel ranking Global Masters in Finance 2013 pubblicato oggi dal Financial Times. La laurea specialistica in Finance, con insegnamento in inglese, guadagna sette posizioni e, dopo avere debuttato solo l’anno scorso, raggiunge il 20° posto. Tra i criteri analizzati da FT spicca per il programma della Bocconi la valutazione positiva data dagli alumni all’efficacia del career service dell’ateneo, che si colloca al 7mo posto tra i top 40 master classificati dal quotidiano britannico. La laurea della Bocconi, infatti, vede il 78% degli studenti avere già un impiego il giorno della laurea, il 98% dopo tre mesi e il 58% lavorare all’estero. Il programma è stato anche tra i primi cinque programmi graduate al mondo riconosciuto come CFA Program Partner dal CFA Institute, la più importante associazione di professionisti del mondo della finanza.
“La crescita di sette posizioni”, commenta Stefano Caselli, prorettore all’internazionalizzazione dell’ateneo di via Sarfatti, "permette di evidenziare progressivamente i punti di forza del Master of Science in Finance, testimoniandone le elevate qualità in termini di profilo internazionale degli studenti e della faculty e, soprattutto, in termini di placement, come peraltro dimostrato anche dai recenti successi in varie classifiche nell'ambito di Economics, Finance e Accounting".
Il risultato prosegue quindi i riconoscimenti internazionali ottenuti dalla Bocconi che il mese scorso si è collocata al 17mo posto nella classifica dei migliori atenei per economia (5a in Europa) e al 21mo posto per finanza e accounting (4a in Europa) nel World University ranking 2013 di QS.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here