Partecipazione 2.0

399

La Regione Emilia-Romagna punta ad accrescere i processi partecipativi nel proprio territorio. Lo fa rinnovando il sito Osservatorio della Partecipazione, che diventa una piattaforma di empowerment dell’azione amministrativa degli enti locali, e attivando un canale di ascolto e dialogo con i cittadini attraverso il nuovo sito di servizi per la partecipazione ioPartecipo+. Entrambi sono strumenti per lo sviluppo di una reale comunità partecipante, che insieme al sito del Tecnico di garanzia, compongono il sistema partecipativo della Regione Emilia-Romagna.
L’Osservatorio è in primo luogo una mappa interattiva di oltre 400 casi di partecipazione avviati in Emilia-Romagna. Ogni processo di partecipazione è georeferenziato e descritto dettagliatamente, componendo nell’insieme una memoria storica che gli enti locali possono usare per migliorare la propria azione amministrativa. Attraverso un’azione di benchmarking e studio delle esperienze passate, i nuovi progetti possono essere rielaborati, modificati ed integrati, dando vita ad un ciclo continuo di azione, ricerca e riflessione.
Secondo la vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Simonetta Saliera «queste due iniziative sono ulteriori segnali dell’impegno della Regione nella direzione di individuare nuove ed efficaci forme di dialogo e confronto con i cittadini. In un momento di crisi, di distanza tra politica e società occorre non rassegnarsi e sperimentare nuove opportunità. È una ricerca da fare incessantemente nelle piazze virtuali del web e nelle piazze fisiche delle nostre comunità».
«La legge regionale 3 del 2010 – dichiara Luigi Benedetti, direttore generale dell’Assemblea Legislativa e Tecnico di Garanzia della Partecipazione – offre alla comunità regionale un quadro normativo uniforme in cui gli enti locali territoriali rivestono un ruolo fondamentale. L’evoluzione dell’Osservatorio della Partecipazione si integra coerentemente con quanto previsto dalla legge, rappresentando un importante sviluppo degli strumenti a disposizione degli enti locali».
Nelle piazze della partecipazione di ioPartecipo+ i cittadini vengono coinvolti direttamente per contribuire alle politiche regionali. Già da oggi sono in discussione temi come la gestione delle acque in territori a rischio alluvione e la programmazione futura sull’utilizzo dei fondi Fesr e Fse da parte della Regione. Lo stesso ioPartecipo+, sviluppato attraverso un percorso di co-design, ha una piazza dedicata alla valutazione da parte degli utenti, che possono contribuire suggerendo nuove funzioni e servizi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here