Dialogare con Trenitalia per migliorare i servizi

607

Trenitalia ha espresso la precisa volontà di migliorare l\’offerta dei servizi passeggeri in Friuli Venezia Giulia e l\’Amministrazione regionale manterrà costante e collaborativo questo rapporto, anche per limitare al massimo il ripetersi di disagi a carico dei viaggiatori\”. Lo ha affermato la presidente della Regione Debora Serracchiani al termine di un incontro con l\’ingegner Maria Giaconia, direttore Trenitalia del Trasporto regionale passeggeri per il Friuli Venezia Giulia ed il Veneto.
Nel mese di luglio, che è stato il più "nero" dell'anno per i
passeggeri, si sono verificate soppressioni e ritardi
particolarmente pesanti, con ben quattro giorni nei quali ci sono
state cadute della linea elettrica e guasti ai treni in linea,
mentre i ritardi hanno ampiamente sforato il tetto previsto dal
contratto di convenzione.

Ricordando che da agosto sarà disponibile il terzo nuovo treno
Vivalto, com'era in programma, Serracchiani ha definito "positiva
la previsione di adottare linee guida e programmazioni per la
gestione dei disservizi, specie quelli più prevedibili dovuti
alla vetustà di una parte del materiale rotabile ancora in
servizio, come le automotrici elettriche Ale 801 che hanno circa
40 anni".

Trenitalia ha assicurato il mantenimento numerico del materiale
rotabile a disposizione, creando sinergie con la direzione
regionale Veneto per la sua migliore utilizzazione e
manutenzione. Previsti inoltre ulteriori interventi sulla
formazione del personale per migliorare gli aspetti comunicativi
e gestionali delle fasi di disservizio.

Nel corso del colloquio si è intravista una concreta positiva
soluzione per quanto riguarda la biglietteria della stazione di
Gemona del Friuli. Si è inoltre cominciato anche ad affrontare la
rilevante questione del cadenzamento orario, per trattare il
quale è stato fissato un appuntamento tecnico già entro la fine
di agosto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here