Spacca: il Paese è in grado di competere anche con la Germania

499

“Il posizionamento dell’Italia rispetto allo scenario internazionale che emerge dagli indicatori del Wto forniti oggi, è di leadership in settori come fashion e calzature. Questo dimostra che il Paese è in grado di competere anche con la Germania nel campo dell’economia reale, della manifattura. La coda della recessione fa ancora sentire i propri effetti sulle famiglie e sull’occupazione, ma se ci poniamo in una prospettiva di carattere strutturale emerge la solidità del nostro sistema economico che, come conferma il Rapporto di Confindustria Marche, nella regione ha ripreso a investire in termini di ricerca e sviluppo. Un sistema che ha fiducia nel futuro e guarda alle occasioni che il mercato globale offre, soprattutto nei Paesi extraeuropei. Non è un caso che l’export marchigiano, nel 2013, abbia registrato la migliore performance in Italia”. Lo ha detto il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, intervenendo oggi a Jesi alla presentazione del Rapporto 2013 sull’industria marchigiana. “Il dato delle esportazioni – ha sottolineato – riguarda tutti i settori. Dobbiamo quindi essere soddisfatti, continuare a valorizzare i comportamenti virtuosi, estendere le buone pratiche a un numero sempre maggiore di imprese, cercare di interpretare le criticità che inevitabilmente ci saranno visto che il contesto competitivo continua ad ampliarsi e evolversi. La modalità per farlo è accrescere l’integrazione, la condensazione, attuare una strategia sempre più coesa tra istituzioni, associazioni di categoria, Camere di Commercio. L’idea, accarezzata per molti anni, di un unico soggetto per l’internazionalizzazione deve potersi concretizzare”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here