Al via, oggi, il Seminario estivo di Symbola

586

Realacci: “Per rilanciare il Paese serve un’idea di futuro e un’Italia che fa l’Italia” Per uscire dalla crisi dobbiamo cambiare. Non batteremo i nostri mali antichi con vecchie ricette, o guardando l’Italia solo con gli occhi delle agenzie di rating. In un’economia più a misura d’uomo, l’Italia trova il suo spazio perché è la patria della qualità. Che nasce dal legame tra imprese e territori che sperimentano insieme nuove forme di coesione. Dal non profit che si apre a nuove sfide. Dall’innovazione che si lega alla bellezza e alla green economy: la risposta più autentica ai nuovi bisogni globali e agli stili di vita che cambiano. È il nuovo made in Italy. E se l’Expo vuole offrire al mondo non solo padiglioni ma anche uno sguardo rivolto al futuro deve raccontarlo: puntando più sulle idee che sul cemento. Dobbiamo ripartire dai nostri talenti, sposando il saper fare alle nuove tecnologie, rinnovando con la ricerca tradizioni antiche. Insomma, l’Italia deve fare l’Italia. Proprio di questi saranno i temi al centro del Seminario Estivo di Symbola , ‘Coesione è Competizione – Perché l’Italia deve fare l’Italia’ – al via domani, venerdì 27, e dopodomani, sabato 28 giugno, a Treia (Mc) – che la Fondazione Symbola promuove insieme ad Unioncamere e alla Camera di Commercio di Macerata, con il Patrocinio della Regione Marche e del Comune di Treia.
“Il Seminario Estivo di Symbola "Coesione E' Competizione" è un’occasione importante per far dialogare mondi diversi, per affrontare i problemi che abbiamo davanti. Un'occasione per guardare all'Italia con affetto e con occhi meno pigri e distanti. Per rilanciare il Paese – spiega Ermete Realacci, Presidente della Fondazione Symbola – serve un' Italia che fa l'Italia. E che sfida il futuro partendo dai nostri talenti, sposando il saper fare alle nuove tecnologie, rinnovando con la ricerca tradizioni antiche”.
Oltre ad Ermete Realacci, Presidente della Fondazione, parteciperanno fra gli altri alla due giorni di Treia anche i ministri del Lavoro, Giuliano Poletti, e dell’Agricoltura, Maurizio Martina; il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio; la Presidente della Camera, Laura Boldrini, la Vice Presidente del Senato Valeria Fedeli, il Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca; il Presidente Unioncamere, Ferruccio Dardanello; il Segretario generale di Unioncamere, Claudio Gagliardi; l’Amministratore delegato di Enel, Francesco Starace; la presidente di Terna nonché Amministratore delegato di Novamont Catia Bastioli; la Presidente di Human Foundation, Giovanni Melandri; Aldo Bonomi, Direttore di Aaster; Rossella Muroni, Direttore Nazionale Legambiente; Stefano Masini, Responsabile Ambiente e Territorio Coldiretti; il Direttore delle Politiche Industriali di Confindustria, Andrea Bianchi; il Segretario generale di Confartigianato, Cesare Fumagalli; il Presidente nazionale di Cna, Daniele Vaccarino; Brunello Cucinelli, fondatore dell’omonima impresa; e una nutrita schiera di amministratori, imprenditori, rappresentati di associazioni, della società e del mondo della cultura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here