Tutte le opere infrastrutturali prioritarie del Friuli Venezia Giulia

573

Nuovo passo avanti della Giunta del FVG in vista dell\’aggiornamento dell\’Intesa generale quadro tra la Regione e il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sulle opere da realizzare in Friuli Venezia Giulia considerate strategiche e quindi di \”preminente interesse nazionale\”. L'aggiornamento si è reso necessario in vista dell'approvazione
del cosiddetto "XII Allegato Infrastrutture", che costituirà il
punto di riferimento nazionale per la programmazione comunitaria
2014-2020. Inoltre, rispetto alle precedenti Intese generali
quadro, sottoscritte negli anni 2002 e 2008, sono profondamente
mutati sia il contesto generale di riferimento comunitario e
nazionale in materia di reti infrastrutturali, sia le esigenze
del Friuli Venezia Giulia.

Con la delibera approvata oggi, proposta dall'assessore alle
Infrastrutture Mariagrazia Santoro, la Giunta regionale introduce
in particolare due elementi di novità, sulla base degli accordi
raggiunti in sede di Conferenza unificata Stato/Regione:
l'indicazione di un grado di priorità tra le opere che saranno
inserite nell'Intesa (Priorità 1 o 2) e la previsione di un
co-finanziamento utilizzando le risorse comunitarie del Fondo per
lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020 che dovrebbero essere,
secondo le previsioni, di poco superiori ai 100 milioni di euro.

Per quanto riguarda la scala di priorità, il criterio è stato
duplice: sono state inserite nella "Priorità 1" quelle opere
considerate assolutamente necessarie per il Friuli Venezia Giulia
o quelle in corso di realizzazione o per le quali l'iter
autorizzativo è già a buon punto.

Con precedenti delibere, la Giunta aveva da un lato tolto alcune
opere inserite nelle Intese del 2002 e del 2008, in quanto oggi
considerate non più strategiche, e nel febbraio scorso aggiunto
l'ammodernamento del "nodo" ferroviario di Trieste, per dar vita
a un sistema più moderno ed efficiente a vantaggio degli
operatori portuali, e il completamento della Tangenziale Sud di
Udine.
Relativamente alle opere che sono state espunte
dal 2002 sia perché non ancora realizzate o nemmeno mai
progettate e finanziate, sia perché non ritenute più strategiche
sono: la penetrazione Nord di Trieste con la galleria da Prosecco
a Porto Vecchio, i progetti di riqualificazione della S.S. 13 in
Provincia di Pordenone e Udine che prevedevano gallerie e
complanari molto impattanti sul territorio e che vengono
recuperati con l'attività di riqualificazione della SS13
attualmente in corso ad opera di FVG Strade in sede stradale e
con il progetto del completamento del sistema A28 –
Circonvallazione Sud di Pordenone con un by-pass a nord del
capoluogo inserito nel Piano delle Infrastrutture Regionali
d'intesa con il Comune e della Provincia, oltre che con la stessa
Tangenziale Sud di Udine, la variante di Tarvisio con raccordi
alla SS54 e il by pass ferroviario Gorizia Sagrado – Ronchi
Aeroporto venendo incontro ad un esigenza espressa dal territorio
e degli enti locali.

"Parliamo di opere ed interventi pensati molti anni fa e che il
tempo ha dimostrato non avere le gambe e la condivisione, oltre
che le risorse, per andare avanti. Spesso tra l'altro si tratta
di interventi molto impattanti sul territorio sia dal punto di
vista ambientale che dal punto di vista economico. Le priorità
che abbiamo indicato riguardano le strutture portuali, i corridoi
ferroviari Adriatico Baltico e Mediterraneo con la priorità sugli
interventi nei colli di bottiglia, la Tangenziale Sud di Udine e
il Polo Intermodale di Ronchi dei Legionari".

Le opere che saranno inserite nel XII Allegato Infrastrutture
sono:
A4 Raccordo autostradale Villesse Gorizia
A4 VE-TS Tratto Gonars – Villesse
A4 VE-TS P.te sul Tagliamento e Sv.lo Palmanova
Collegamento tra la S.S. 13 "Pontebbana" e la A23 – Tangenziale
sud di Udine – II lotto
S.S. 464 a Sequals e la S.S. 13 a Gemona
Hub Trieste piattaforma logistica 1 stralcio
Hub Trieste piattaforma logistica 2 stralcio
Ampliamento banchina Molo VII Porto di Trieste
Sistemazione del nodo ferroviario di Trieste
Nuova linea AV/AC VE-TS (tratta Ronchi-Trieste) incluso raddoppio
raccordo linea bivio San Polo-Monfalcone
Nuova linea AV/AC VE-TS (Portogruaro-Ronchi dei L)
Venezia – Udine – Vienna ferroviario
Collegamenti ferroviari piattaforma logistica di Trieste:
raddoppio Cervignano (Strassoldo)- Udine PM Vat e nodo di Udine
Polo intermodale di Ronchi dei Legionari comprensivo della nuova
stazione intermodale di Ronchi aeroporto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here