Le imprese bolognesi al Sana 2014

660

L’azienda che sta costruendo il primo data center del Mediterraneo a zero emissioni. Il personal shopper di prodotti tipici, i servizi di marketing olfattivo, l’intimo realizzato con fibra di bambù, mais o eucaliptus, il brevetto che mantiene lo iodio negli alimenti, il bio-liquore d’ulivo bolognese. Sono alcune delle novità che presenteranno a Sana le 44 aziende bolognesi ospiti negli spazi della Camera di commercio ai padiglioni 33 e 34. Saranno più di 500 i prodotti esposti nei 2000 metri quadri della Camera di commercio di Bologna. Si rinnova così – per il quindicesimo anno consecutivo – la collaborazione con Sana che ha permesso in questi anni di valorizzare le esperienze di oltre 450 aziende bolognesi specializzate nel vivere e produrre rispettando l’ambiente e la salute. Test, approfondimenti, esperienze: ogni curiosità potrà essere soddisfatta, ogni esigenza sviscerata direttamente con chi, sul rigoroso rispetto della natura, ha costruito la propria scelta di vita e d'impresa.
Saranno a disposizione test aromatici e cromatici e diversi trattamenti per stimolare le energie dei visitatori. Si potranno approfondire le virtù dell’albero palo santo per purificare gli ambienti, utilizzato solo dopo 7 anni dalla sua morte naturale senza che nessuno lo abbia toccato.
Il tour presso gli stand della Camera di commercio potrà essere l'occasione per conoscere i danni che può provocare il gas radon: inodore e incolore è fortemente radioattivo ed è uno dei principali elementi scatenanti di alcune malattie.
Sul fronte del risparmio energetico i micro generatori fotovoltaici: applicabili a qualsiasi superficie esposta alla luce sono in grado di produrre l’energia necessaria per le comuni abitazioni.
Si potranno provare le virtù dei cuscini di pula di farro e miglio particolarmente indicati per gli allergici che avranno anche a disposizione consigli, suggerimenti per prevenire dermatiti e per le scelte da seguire in materia di detergenti, detersivi ed abbigliamento, come per esempio quello in canapa dove Bologna ha una lunghissima tradizione ora rivalorizzata.
Viticoltori dei colli bolognesi ed imolesi, che hanno vinto prestigiosi premi enologici, presenteranno le loro produzioni biologiche e le particolari tecniche di rispetto delle uve e dei mosti che portano ad evitare completamente la presenza di solfiti.
Funghi freschi e conservati, marmellate, conserve, miele, olio di oliva, formaggi e ricotta, completeranno le specialità biologiche e tipiche, accanto ad innovative tecniche di cottura dei cibi oggetto di studi scientifici nel campo della tutela della salute.
Contenitori per detersivi ricaricabili, pannolini per bebè in tessuto, dimostreranno quanto ogni azione quotidiana possa avere forte impatto nella tutela dell’ambiente che ci circonda.
Sarà possibile provare le virtù millenarie di canapa, amido di riso, latte e calce per intonacare e insonorizzare gli ambienti, così come si potranno approfondire le possibilità di cambiare in modo naturale l'arredamento di casa e d'ufficio.
La fiera potrà essere vista anche indossando gli occhiali da sole in legno naturale e l’orario potrà essere controllato su orologi di design realizzati con varietà di legno tipico.
Le 44 imprese che parteciperanno a Sana con la Camera di commercio sono state selezionate con un bando in cui sono stati ripresi i rigorosi criteri fissati da Sana per la partecipazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here