Presto un vertice tra Italia, Serbia e Albania

530

L\’Italia mostra di voler riprendere l\’iniziativa nell\’area balcanica sulla quale esercita una storica influenza, e lo fa con un\’iniziativa che coglie con grande tempismo gli sviluppi in atto: la ministraFederica Mogherini , che a partire dal 1 novembre si appresta a rivestire il ruolo di Alto rappresentante per la politica estera dell\’Unione europea, annuncia che in tempi brevi a Roma si terrà un vertice con Serbia ed Albania. I rapporti fra i due paesi confinanti sono stati congelati per quasi settant'anni e in tempi più recenti le tensioni fra Serbia e Kosovo, la campagna di bombardamenti della Nato ed infine la contestata nascita della repubblica di Pristina non hanno certo contribuito a migliorarli. Adesso però sembra si sia vicini ad un punto di svolta: il 22 settembre il primo ministro albanese Edi Rama arriverà a Belgrado in visita ufficiale, riprendendo le file di un discorso che si era interrotto ai tempi del Maresciallo Tito ed Enver Hohxa.
Presentando ai membri del Consiglio per la politica estera del Parlamento europeo il programma della presidenza italiana, la Mogherini ha detto fra l'altro di aver preso atto. durante la recente visita nei Balcani Occidentali della forte volontà dei Governi di Belgrado e Pristina di proseguire il dialogo e di realizzare quanto è stato concordato: anche il Governo di Tirana ha mostrato, negli ultimi mesi, "un'incredibile desiderio di attuare le riforme", il che è stato premiato con la decisione della UE di concedere all'Albania lo status di Paese candidato all'adesione. In occasione della propria elezione, il 30 agosto, la Mogherini aveva sottolineato il fatto che l'allargamento è "un progetto-chiave europeo" che va proseguito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here