Spacca incontra i lavoratori Isa

333

“Il nostro impegno a salvaguardare l’occupazione e soprattutto la tradizione cantieristica delle Marche e di Ancona è massimo. Lo abbiamo dimostrato in questi anni ad esempio con la crisi del Crn, per la quale la Regione si è spesa in prima persona per una soluzione, che è arrivata: l’acquisizione da parte degli investitori cinesi della Weichai. Una strada, quella degli investitori internazionali che si può fare anche per la Isa. La legislatura non è ancora finita e possiamo ancora operare in questi giorni per il futuro di questo storico cantiere. Oltre a confermare l’impegno che ci è stato oggi richiesto per la prossima legislatura. Ora, dopodomani, Ancona si gemellerà con Qingdao, il terzo porto della Cina. Un gemellaggio pensato soprattutto per rafforzare le sinergie in questo settore. Saranno presenti rappresentanti di governo della provincia dello Shandong con cui la Regione da anni stringe proficue relazioni. Sarà l’occasione per un confronto in cui rappresenteremo anche la situazione della Isa per sondare un eventuale interessamento. E’ questa una prima strada da esplorare. Se così non fosse, ci muoveremo comunque, come già nel 2008 per il Crn, per la ricerca di un investitore che abbia finalità industriali e non speculative”. Lo ha detto Gian Mario Spacca, presidente uscente e candidato per Marche 2020 Area Popolare, Democrazia Cristiana e Forza Italia, questa mattina ad Ancona all’incontro dei candidati con i lavoratori della Isa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here