Verdicchio e Fritto Misto

545

Dal Vinitaly di Verona al Fritto Misto di Ascoli Piceno. Il Verdicchio torna a casa per la consueta kermesse marchigiana, in programma dal prossimo 22 aprile al 1° maggio, ad Ascoli Piceno. La partnership con l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini (Imt) porterà, anche quest’anno, l’autoctono di Jesi e di Matelica nel cuore di un evento che lo scorso anno ha sfiorato le 100mila presenze. Il Verdicchio e gli altri vini di Imt saranno presenti negli assaggi liberi presso lo spazio Enoteca ma anche in occasione di degustazioni e di abbinamenti con i grandi chef che si alterneranno per tutta la durata dell’evento nell\’area Vini e Street Food di marca. Da non perdere, la verticale di Verdicchio dei Castelli di Jesi (domenica 24 aprile, ore 18) a cura di Imt e della Fondazione italiana sommelier e la degustazione di Lacrima di Morro d’Alba (Sabato 30 aprile, ore 18) “Rinnoviamo con piacere questa storica partnership – ha detto il direttore di
Imt, Alberto Mazzoni – perché riteniamo che un dono del territorio
marchigiano qual è il Verdicchio non possa perdere il proprio legame con le
proprie radici e la propria gente. Veniamo da un Vinitaly che ha incoronato il
Verdicchio come l’autoctono bianco più conosciuto d’Italia e, secondo
un’indagine Nomisma Wine Monitor, il prodotto marchigiano più conosciuto
del Paese, dopo le olive ascolane e il ciauscolo. Anche per questo è un
nostro dovere esserci e lo faremo con una presenza trasversale, compresa
tra aree dedicate e in abbinamento con le ricette migliori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here