AnconAmbiente lancia l’allarme rifiuti pericolosi sul territorio

737

La costante attività di raccolta rifiuti e igiene urbana svolta da AnconAmbiente sul territorio del Comune di Ancona offre purtroppo una situazione oggettivamente allarmante per la quantità e, soprattutto, qualità e natura degli oggetti che vengono conferiti senza il rispetto delle regole previste dal Testo Unico ambientale, dal “Regolamento per la gestione dei rifiuti urbani nel comune di Ancona” e dalle indicazioni del gestore del servizio. Il problema si rinviene non soltanto all’interno o in prossimità dei contenitori ma anche indiscriminatamente su aree diverse del tessuto urbano. Dal monitoraggio dei rifiuti domestici che vengono conferiti nei contenitori adibiti alla raccolta differenziata (Igenio, Porta a Porta, isole di prossimità), è evidente che potrebbe generare problemi di salute e sicurezza la presenza costante di oggetti quali: vetri e specchi, contenitori con liquidi infiammabili, siringhe, scarti pericolosi di produzione, oggetti in ferro ed alluminio di grandi dimensioni (griglie e tubi).
Anche dallo storico relativo al conferimento delle attività economiche è purtroppo frequente l’abbandono di vernici, oli, materiali taglienti/pericolosi e persino bombole del gas: per queste ultime la modalità corretta di conferimento è rivolgersi al rivenditore o centro autorizzato mentre per tutti gli altri oggetti è obbligatorio avvalersi del CentrAmbiente, accessibile anche per le utenze commerciali ma solo previa stipula di apposita convenzione.
Pertanto, in via preventiva e allo scopo di evitare possibili danni non soltanto agli operatori durante le attività di movimentazione, alle attrezzature dei mezzi, agli impianti di smaltimento e recupero ma anche ai cittadini, si raccomanda la massima cura nel conferire correttamente i propri rifiuti. AnconAmbiente sta provvedendo ad informare sia gli Enti competenti, per sollecitare maggiori forme di controllo e di sanzione, sia le Associazioni di categoria per diffondere tale messaggio con le modalità più dirette e capillari possibili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here