Astaldi cresce negli USA

702

Il Gruppo Astaldi si è aggiudicato in California il contratto per l’ammodernamento dell’Autostrada I-405 a Los Angeles. Il valore del contratto è pari a 1,2 miliardi di dollari. Si tratta di un nuovo importante successo per il Gruppo Astaldi, che punta a consolidare la propria presenza negli USA allargando il raggio d’azione anche alla costa occidentale. Astaldi partecipa al progetto con una quota del 40%. Il contratto prevede la progettazione e realizzazione dei lavori di ammodernamento di 22 chilometri di autostrada. La complessità delle opere, che prevede anche la costruzione di 35 ponti, è accentuata dall’esigenza di mantenere in esercizio l’infrastruttura, per tutta la durata dei lavori.
Le opere sono commissionate dalla OCTA Orange County Transportation Authority e sono finanziate con fondi locali, statali e federali. I lavori hanno durata pari a 6 anni e saranno eseguiti in raggruppamento di
imprese con il Gruppo spagnolo OHL (in quota al 60%). Il Gruppo Astaldi è presente negli USA da oltre 20 anni attraverso la sua partecipata ACC Astaldi Construction Corporation, che opera prevalentemente negli Stati americani della East Coast (Florida) e della West Coast (California). L’aggiudicazione della I-405 porta a circa 580 milioni di dollari il portafoglio ordini in esecuzione negli USA.

Il GRUPPO ASTALDI è uno dei principali General Contractor in Italia e tra i primi 25 a livello europeo nel settore delle
costruzioni, in cui opera anche come promotore di iniziative in project financing. Attivo da 90 anni a livello internazionale,
si propone al mercato sviluppando iniziative complesse e integrate nel campo della progettazione, realizzazione e
gestione di infrastrutture pubbliche e grandi opere di ingegneria civile, prevalentemente nei comparti delle Infrastrutture
di Trasporto, degli Impianti di Produzione Energetica, dell’Edilizia civile e Industriale, del Facility Management,
Impiantistica e Gestione di Sistemi Complessi. È quotato in Borsa dal 2002 e si colloca all’85° posto nelle classifiche dei
Contractor a livello mondiale. Ha chiuso l’esercizio 2015 con un portafoglio totale, incluse le ulteriori iniziative acquisite e
in via di finalizzazione, pari a oltre 28 miliardi di euro e un fatturato di 2,9 miliardi ed è attivo con circa 11.000 dipendenti
in Italia, Europa (Polonia, Romania, Russia) e Turchia, Africa (Algeria), America del Nord (Canada, USA), America
Latina (Cile, Perù, Venezuela, America Centrale), Middle East (Arabia Saudita, Qatar) e Far East (Indonesia).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here