Cicloturismo e mobilità transfrontaliera

499

La Regione Friuli Venezia Giulia è lead partner del progetto europeo BikeNat, per il quale la Giunta regionale ha assegnato 788 mila euro. "Si tratta di un progetto ambizioso e di grande impatto turistico
– commenta l'assessore alle Infrastrutture e Territorio
Mariagrazia Santoro – che potrà valorizzare il territorio
transfrontaliero, potenziando la visibilità esterna e la
fruibilità degli itinerari nel rispetto dell'ambiente e delle
esigenze della mobilità turistica".

Per Santoro i contenuti del progetto più rilevanti riguardano
"l'accessibilità ai principali luoghi di interesse, che potranno
essere raggiunti più facilmente da turisti e ciclisti attraverso
la promozione e messa a sistema dei mezzi pubblici esistenti;
l'avvio di nuovi servizi sperimentali intermodali per passeggeri,
come lo scambio bici/bus dalle stazioni ferroviarie dove già
passa il treno transfrontaliero Micotra; il miglioramento della
percorribilità complessiva della ciclovia Alpe Adria
Radweg-CAAR".

Nello specifico il progetto, d'intesa con il Land Carinzia e i
rispettivi enti di promozione turistica, prevede di individuare
collegamenti con le ciclovie più importanti dell'area. Inoltre,
lungo i percorsi saranno eliminate le barriere architettoniche e
i punti critici, in particolare in prossimità del comune di
Pontebba; sarà migliorata l'intermodalità e verranno avviati
nuovi servizi per chi si muove su due ruote.

Oltre alle infrastrutture, saranno implementati gli strumenti
promozionali, a partire dall'installazione di tabelloni
panoramici multilingue, e in collaborazione con PromoTurismoFVG,
la segnaletica esistente.

A supporto della comunicazione e dell'interazione con i
cicloturisti saranno potenziate e condivise con i partner
austriaci le informazioni sul sito e sulla App dell'agenzia
regionale anche con il ricorso a tour video virtuali delle
principali attrazioni turistiche che si snodano lungo il percorso
ciclabile transfrontaliero.

Il progetto BikeNat, che ha ottenuto l'approvazione del Comitato
direttivo transfrontaliero del Programma Interreg V-A Italia –
Austria, ha un budget di 1.581.360 euro, di cui 999.906
finanziati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Fesr). I
fondi di gestione regionale ammontano a 788 mila euro, di cui
325.550 cofinanziati dal Fesr; 57.450 da risorse statali e i
restanti 405 mila da fondi propri della Regione.
ARC/EP/Com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here