Forse ce l’hanno con noi

544

“Forse ce l’hanno con noi, non so se abbiamo fatto qualcosa di male, me lo chiedo da ieri, un metro e mezzo-due metri di neve e ora pure il terremoto. Che devo dire? Non ho parole\”. Queste le parole del sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, il quale ha fatto appello all\’arrivo di turbine, che possano ripulire le strade, rendendole percorribili. Alcune famiglie, infatti, sono bloccate per la neve, mentre la terra continua a tremare. «L\’emergenza non è il terremoto, né i danni in zona rossa bensì la neve. Abbiamo urgente bisogno di turbine, non bastano gli spazzaneve. Abbiamo frazioni isolate con due metri di neve», ha insistito il sindaco.
Allevatori dispersi nelle Marche, difficile anche scappare

Le condizioni meteo ostacolano il lavoro di vigili e protezione civile, mentre tante frazioni a causa della neve sono irraggiungibili. Grande preoccupazione ad Arquata per 3 allevatori che al momento risultano dispersi, mentre ci sono stati crolli a Campotosto, Aringo e Poggio Cancelli. Situazione problematica anche per il bestiame, perché le tensostrutture usate come stalle hanno il tetto appesantito dalla neve, e potrebbero aver ceduto. La gente sta scavando nella neve per scappare a causa della paura per le scosse e carabinieri e forestali riferiscono che la terra “batte in continuazione e la gente ha paura”. Le forze dell’ordine, invece, stanno requisendo i trattori dei privati nell’Aquilano per liberare le strade e permettere di raggiungere frazioni e paesi isolati dalla neve nell’area dell’epicentro aquilano. Nel Lazio, nelle Marche e in Umbria alcune scuole sono state evacuate e a Roma sono state chiuse le metropolitane A e B. Nelle zone terremotate, nei comuni di Amatrice e Accumoli, si sono verificati alcuni crolli, come nel caso di un cornicione della Scuola Alberghiera di Amatrice che ha ceduto in seguito alla scossa.

Il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio
Tutte le stazioni dell’A24 sono state chiuse per verificare la presenza di eventuali danni. Al momento non sono però state ricevute chiamate di soccorso. E sono proprio le condizioni meteo a complicare le verifiche e la messa in sicurezza: in tanti non riescono a muoversi dalle proprie abitazioni. “È una situazione abbastanza complicata ha detto a Skytg24 il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio– Stiamo ricevendo i ritorni dal territorio, ovviamente il sisma è stato avvertito in maniera chiara su tutta la parte centrale fino alla Capitale. Al termine delle verifiche potremo dire se abbiamo avuto situazioni particolarmente difficili o meno. In quella zona sta nevicando ormai da diverse ore, in maniera ininterrotta, e continuerà a nevicare ancora per le prossime ore”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here