Lectio magistralis di Oscar Farinetti

687

Si è tenuta all’ISTAO in occasione dell’inaugurazione dell\’anno accademico 2016-2017 una lectio magistralis di Oscar Farinetti.
Il patron di Eataly, catena di punti vendita specializzati nella vendita e nella somministrazione di generi alimentari italiani presente in molte aree del pianeta, ha sviluppato un’analisi molto esaustiva su quelle che saranno, a suo giudizio, i trend di sviluppo del sistema Paese e come questi si possano collocare all’interno del mercato globale. Un discorso riguardante i grandi temi dell’economia e dell’occupazione, ma che più volte si è tinto di sfumature storico antropologiche e socio politiche.

Rispetto, fiducia, coraggio, positività” il mantra ripetuto dall’imprenditore che ha fatto del Green il suo core business. Il tutto senza dimenticare il lato poetico dell’agire dell’uomo e, in questo caso, dell’impresa, una visione umanistica nel senso pieno del termine al fine di germogliare in un nuovo rinascimento. E’ un mondo e un mercato in continua e rapidissima evoluzione quello descritto di Farinetti, nel quale è naturale cambiare e modificare obiettivi, ma mai metodo, mai le regole che la storia ci ha insegnato. Nella semplicità e chiarezza le chiavi del successo di tante iniziative imprenditoriali, ma senza dimenticare una fondamentale fase di analisi prima di avventurarsi sul mercato. Ai tanti giovani in sala un ammonimento: “Bisogna far diventare fico, cool come dicono negli USA, il rispetto delle regole che governano il nostro agire, tanto nei confronti dei nostri simili che dell’intera biosfera”.

Un gran messaggio quello lanciato da Farinetti che ha messo l’agire comune alla base di un'etica nuova, richiamando l’uomo a responsabilità e consapevolezza tipiche delle situazioni limite cui ha condotto il progresso tecnico – scientifico e alle conseguenti trasformazioni indotte dallo sviluppo industriale sui processi naturali, ponendo l’accento sugli effetti a breve, lungo e a lunghissimo termine che queste potrebbero comportare nelle generazioni future.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here