TROGLODYTE IN THE TOTEM di Allegra Corbo

728

Dopo un anno dall’ultima mostra, USB Gallery – la galleria nata da un’idea di Annalisa Filonzi nel sotterraneo della sua abitazione per indagare sulle pratiche artistiche contemporanee – propone il progetto di Allegra Corbo, TROGLODYTE IN THE TOTEM, una discesa al buio nel cuore della casa e di se stessi, alla ricerca del silenzio e del contatto con la propria storia e la propria origine, attraverso i segni dell’artista. Installazioni e disegni che vanno scoperti dai visitatori creando un percorso personale, che si intreccia con le riflessioni dell’artista alla quale il contatto con la terra dello spazio espositivo suggerisce l’esperienza archetipa del tempo, del ricordo che passa attraverso il proprio corpo.
E nel buio, quando si perde l’orientamento con i propri sensi, il dolore e l’amore della vita si mescolano, come dentro un utero, trasformando la caverna in racconto di donna e possibilità di rinascita nel seno della natura, come alle origini della storia dell’uomo.

La mostra, che inaugura sabato 21 ottobre alle ore 18.00, e rimarrà aperta successivamente fino al 19 novembre su appuntamento, riporta in città l’aspetto più intimo di un’artista che ha già lasciato il suo segno dipingendo l’atrio della stazione ferroviaria nel 2015 nell’ambito del festival PopUp! Arte contemporanea nello spazio urbano a cura della Pinacoteca civica di Jesi e nel 2004 per il festival IMMACOLATA J4 ideato dall’associazione artistica MAC Manifestazioni Artistiche Contemporanee.

Allegra Corbo è un’artista che ridefinisce il modo di fare arte: nel suo stile si intrecciano dimensione pubblica e privata; traendo dall’ascolto di sé e dall’incontro con gli altri simboli, tecniche, forme e colori che provengono dal mondo, l’artista li concretizza in una sintesi poetica fortemente estetica ed emotiva, che racconta positivamente il nuovo quotidiano contemporaneo, nato dall’incontro e dalla mescolanza.

Allegra Corbo (1968) si diploma Maestro d'Arte in Oreficeria e Arte dei Metalli, presso la Scuola d'Arte Mannucci di Ancona e si laurea in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna.
Dal 1988 al 2004 collabora come attrice, performer, scenografo, scultrice e tecnico con la compagnia teatrale Societas Raffaello Sanzio, il circo cyberpunk Mutoid Waste Co., poi Mutek di Joe Rush, con Officine Alchemiche e Mama Ferox.
Dal 1996 espone a livello nazionale e internazionale in gallerie, happening e festival di arte contemporanea e della scena di arte visionary, underground e pop, e partecipa ad eventi di arte urbana con murales, grandi collage, stendardi, sculture di fuoco, performance, editoria.
Dal 2008 al 2014 è Direttore Artistico del festival Pop UP! Arte Contemporanea nello Spazio Urbano (a cura di MAC-Manifestazioni Artistiche Contemporanee) ad Ancona, dove presenta artisti italiani e internazionali in sperimentazioni istallative e wall painting di grandi misure, progetti site-specific, Street Art, workshop con studenti ed artisti tra cui quelli della facoltà di Design Hongik University di Seoul (Korea) ed interventi di arte urbana nel quartiere degradato di Daheango.
Nel 2015, progetta Vertigo Truth, una installazione urbana e di street art nel Parco Sculture di Mutonia (comunità artistica Mutoid Waste Co.) a Santarcangelo di Romagna, con l'artista Su-e-Side.
Dal 2012 iniziano anche le attività nel campo dell'infanzia e adolescenza con i progetti:
-Children in the Forest (passeggiate artistiche nella Natura, in inglese)
-Lupus et Agnus (trekking di Arte Urbana con le fiabe di Esopo)
-Cadavre esquisit (un “racconto” surreale per un libro-murales-tableau dipinto con i bambini su pagine giganti)
-Cosmogenio Specularum, the mirror is everywhere from Butterfly to Face (un lavoro sulla specularità delle forme della natura per poi elaborare e inventare maschere e proto-libri, con ragazzi del liceo)
-Cantiere artistico con studenti delle Accademie di Belle Arti, durante la residenza artistica di Urban Superstar Show 2012, a Cosenza
– collaborazione artistica con la scuola libertaria e montessoriana Serendipity di Osimo (Ancona)
Diverse anche le pubblicazioni: nel 2010, pubblica il libro illustrato Aletheya e Cartataglio (in collaborazione con l'artista Andreco), stampato a mano in serigrafia da Strane Dizioni, e nel 2011 il libro Two Way Project Italy / Lebanon (progetto collettivo tra artisti italiani e libanesi, a Beirut); dal 1996 pubblica su riviste, magazine e fanzine ed è art director per I libri Pop Up! The Book e Intruders di Luca Forlani (entrambi di Franco Cosimo Panini Ed.).

www.flickr.com/allegracorbo
www.facebook.com/pages/Allegra-Corbo
www.facebook.com/allegracorbohappycrow
http://popupfestival.it
http://maconline.it
http://maconline.it/works-and-projects
www.areaspazio.it
www.facebook.com/vertigotruth
www.facebook.com/Mutonia

Allegra Corbo
TROGLODYTE IN THE TOTEM
USB Gallery – Jesi
sotterraneo di una casa di famiglia
a cura di Annalisa Filonzi
inaugurazione Sabato 21 ottobre 2017 ore 18.00
l’esposizione sarà aperta fino al 19 novembre su appuntamento
Jesi – via Mura Occidentali, 27 (ingresso cortile al n. 25a, portone grande verde)
info 3487237095

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here