immatricolazioni auto dal 2018, ecco le più vendute

3511
Secondo i dati pubblicati oggi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a febbraio il mercato italiano dell’auto totalizza 181.734 immatricolazioni, con un calo dell’1,4% rispetto allo stesso mese del 2017. I volumi immatricolati nei primi due mesi dell’anno in corso ammontano a 359.907 unità, l’1% in più rispetto ai volumi dello stesso periodo del 2017.”
Dopo un’apertura positiva a gennaio 2018, a febbraio il mercato dell’auto registra un leggero calo (-1,4%), su cui può aver pesato l’instabilità del quadro politico e l’effetto attesa creato dal clima pre-elettorale in cui i consumatori tendono a rimandare le decisioni di acquisto – commenta Aurelio Nervo, Presidente di ANFIA.
Su 34 brand presenti nella tabella del Ministero, ben 21 risultano in calo tendenziale nel mese di febbraio: 13 brand con un calo inferiore al 10% e 8 brand con un decremento a due cifre. Il mix delle alimentazioni nell’immatricolato di febbraio 2018 risulta così suddiviso:
Benzina a 32,1% di quota (33,5% a febbraio 2017), Diesel a 56,1% (55,8% un anno fa), Gpl a 5,7% (contro il 6,3% di febbraio 2017), ibride ed elettriche a 3,7% (3% un anno fa) e metano a 2,4% (1,4% a febbraio 2017) con la quota più alta degli ultimi 20 mesi”.
Analizzando le immatricolazioni per alimentazione, a febbraio risultano in calo le immatricolazioni di autovetture alimentate a Diesel (-1%) e Benzina (-5%). La flessione maggiore è quella del mercato delle autovetture GPL, che si riduce del 10%, mentre risultano in crescita le altre alimentazioni. In particolare, compie un balzo in avanti il numero di immatricolazioni di auto a metano, con una crescita di oltre il 60%. Le autovetture ibride crescono del 20% nel mese, mentre le elettriche risultano più che raddoppiate. Insieme, le auto ibride e le elettriche registrano una quota di mercato del 3,7%, dopo 4 mesi in cui la loro quota è stata sopra il 4%. In riferimento al mercato per segmenti, Fiat Panda e Fiat 500 risultano rispettivamente il primo ed il secondo modello più venduto a febbraio nel segmento A (super utilitarie), superando, insieme, il 50% del mercato di questo segmento.

Nel segmento C (medie-inferiori), l’auto più ve nduta è Fiat Tipo mentre, al terzo posto, troviamo Alfa Romeo Giulietta. I due mo delli, insieme, sfiorano il 30% delle immatricolazioni del mercato di questo segmento, mentre Alfa Romeo Giulia è l’auto più venduta nel segmento delle medie (D).

Il suv piccolo più venduto a febbraio 2018 è Fiat 500X (che è anche il modello più venduto tra tutte le categorie di suv), mentre al secondo posto troviamo Jeep Renegade. Questi due modelli rappresentano il 32% dei suv di piccole dimensioni. Tra i suv di medie dimensioni, quello più venduto è Alfa Romeo Stelvio. Oltre un quinto dei suv venduti di tutte le categorie è di un brand appartenente al Gruppo FCA. Fiat 500L è il monovolume più venduto a fe bbraio e rappresenta oltre la metà delle immatricolazioni di monovolumi di piccole dimensioni e quasi un terzo dei monovolumi di tutte le dimensioni.

Secondo l’indagine ISTAT, a febbraio l’indice del clima di fiducia dei consumatori (base 2010=100) rimane sostanzial mente stabile (da 115,5 a 115,6). L ’indice composito del clima di fiducia delle imprese (Iesi), invece, aumenta passando da 105,6 a 108,7: l’indice si riporta sul livello dello scorso dicembre recuperando la flessione registrata a gennaio 2018.

In riferimento al clima di fiducia dei consumat ori, inoltre, per quanto riguarda l’acquisto di beni durevoli, tra cui l’automobile, il sald o relativo all’opportunità attuale risulta in crescita (da -43,9 a -39,7).

Secondo le stime preliminari ISTAT, a febbraio l’indice nazionale de i prezzi al consumo aumenta dello 0,1% su base mensile e dello 0,6% su base annua (da +0,9% di gennaio).
La frenata dell’inflazione si deve quasi esclusivamente alle componenti più volatili e in particolare al calo dei prezzi degli Alimentari non lavorati, cui si aggiunge il rallentamento della crescita dei prezzi dei Beni energetici, soprattutto di quelli regolamentati (+5,2% da +6,4%).

Nel comparto dei Beni energetici non regolame ntati, si segnalano cali congiunturali dei
prezzi degli Altri carburanti , che scendono dello 0,9% – per effetto del ribasso del Gpl –
mostrando su base annua un’attenuazione della crescita (+5,2% da +9,9%). Viceversa,
salgono, seppur di poco, i prezzi della Benzina (+0,2%; +1,3% la variazione tendenziale
da +1,5% di gennaio) e del Gasolio (+0,3%; +2,8% su base annu a, in lieve accelerazione
da +2,6%).

Le marche nazionali , nel complesso, totalizzano nel mese 48.337 immatricolazioni (-10,7%), con una quota di mercato del 26,6%. Nei primi due mesi del 2018, le immatricolazioni complessive a mmontano a 99.451 (-5,2%), con una quota di mercato del 27,6%.

I marchi di FCA (escludendo Ferrari e Maserati) totalizzano nel complesso 47.957
immatricolazioni nel mese (-10,9%), con una quota di mercato del 26,4%. Andamento
positivo per i brand Alfa Romeo (+18,6%) e Jeep (+79,8%). Bene anche Maserati (+13,1%) e Lamborghini (+77,8%). Nel progressivo da inizio 2018, i marchi di FCA totalizzano 98.699 autovetture immatricolate, con un calo del 5,2% e una quota di mercato del 27,4%. Nel cumulato da inizio anno, presentano risultati positivi i brand Alfa Romeo (+23,3%) e Jeep (+93,5%), ai quali si affianca Lamborghini (+47,1%).
Sono sei, a febbraio, i modelli italiani nella top ten delle vendite , con Fiat Panda sempre in testa alla classifica (10.206 unità), seguita, al secondo po sto, da Fiat Tipo, (5.011) che guadagna tre posizioni rispetto al mese precedente, e, al terzo, da Fiat 500 (4.853), che sale di una posizione. Al quarto posto troviamo Fiat 500X (4.839), seguita, in ottava posizione, da Fiat 500L (4.256) e, in nona, da La ncia Ypsilon (4.185). Il mercato dell’usato totalizza 378.491 trasferimenti di proprietà al lordo delle mini volture a concessionari a febbraio 2018, registrando un calo del 7,5% rispetto a febbraio 2017. Nei primi due mesi del 2018, i trasferimenti di proprietà sono 770.759, il 2,1% in meno rispetto a llo stesso periodo del 2017.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here