Consumi energetici e patrimonio immobiliare

708

Efficientare gli edifici pubblici e privati, ridurre il consumo di energia, educando l’intera filiera verso questo obiettivo che è fondamentale per il Paese. Unire nella strategia i progettisti, i committenti, le imprese, gli Enti locali, gli utilizzatori finali, i produttori di materiali, la ricerca e le università. Un lavoro enorme al quale Regione Piemonte, con Isbee Italia, Tautemi, Uncem, Comune di Vigone vogliono lavorare grazie al progetto A2E, nato con il programma Interreg Alcotra Italia-Francia, che coinvolge anche Enti e istituzioni oltralpe (capo fila il Caue dell’Alta Savoia), in una virtuosa sinergia e scambio di buone pratiche. Dalla Cop21 di Parigi, dagli Accordi sul clima e dalla Laudato Si di Papa Francesco, è evidente che devono nascere percorsi virtuosi per ridurre notevolmente consumi energetici del patrimonio immobiliare. La montagna, i territori rurali, i piccoli Comuni devono fare la loro parte. Per questo la Regione Piemonte, con il Settore Edilizia sociale, porterà al tavolo di A2E le tante buone pratiche avviate sulle residenze Atc ad esempio, mentre il Comune di Vigone ospiterà, grazie al progetto, un cantiere-pilota per ampliare la scuola primaria con un edificio a consumo zero, certificato Itaca, il marchio per l’altissima efficienza voluto dalle Regioni, nato in Piemonte e assegnato da Isbee.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here