UMBERTÌ: la sua figura torna ad Ancona

282

“Umberto Ceccarini, l’uomo che descrivo nel mio libro è una fucina di pensieri, visioni, sogni ed allucinazioni offerti a noi attraverso un caleidoscopio di colori e suoni che ruotano dal livello stradale al cielo che sovrasta Ancona ed il suo porto. Un uomo libero nelle azioni ma imprigionato tra innumerevoli pensieri che al suo passaggio lascia dietro di sé i mille aromi delle cantine anconetane, tra cavalli di marmo che si liberano in cielo seguendo le navi in partenza.” Tommaso Buglioni.

È questo l’Umbertì che rivivrà sabato prossimo, 20 aprile, alla Pinacoteca Civica di Ancona dalle ore 17, grazie ai numerosi ospiti che lo rievocheranno, ognuno a modo suo, come persona o come personaggio.

 

La presentazione, che si aprirà con i saluti dell’Assessore alla Cultura del Comune di Ancona, Paolo Marasca, vedrà infatti i contributi dei vari relatori, con le loro impressioni, i loro ricordi e le memorie di una città antica custodite per tanti anni. Sarà presente l’autore, Tommaso Buglioni, anconetano classe 1961, tatuatore e body artist di fama internazionale, pioniere del tatuaggio in Italia, sportivo di ottimo livello e viaggiatore; un artista poliedrico che si esprime con grande creatività anche nella pittura, nella fotografia e ora anche nella scrittura con il volume Umbertì Slittamenti dell’anima de l’ultimo re di Ancona.

Toccherà a Rodolfo Mantovani, attore e studioso, già protagonista di La figlia di Elisa – Ritorno a Rivombrosa e di Aspettando il Fuoco di Spade su History Channel, leggere alcuni brani tratti dal libro, una sorta di dialogo spettacolo, per coinvolgere al massimo e trasmettere ogni sfumatura di emozioni al pubblico.

Saranno poi presenti Silvia Contini, fiilosofa, counsellor filosofico, scrittrice e autrice della prefazione al volume Umbertì, la cui collaborazione con Tommaso  prosegue da diverso tempo e poggia proprio su uno sguardo originale sulla realtà, e Luigi Alberto Pucci, fotografo, giornalista, viaggiatore e artista. E’ suo uno degli scatti più famosi di Umberto Ceccarini, utilizzato da Tommaso Buglioni per la serie di dipinti Umbertì, l’ultimo re di Ancona e a lui è dedicata una lunga intervista nel libro, un dialogo con l’autore alla scoperta di chi fosse Umbertì.

Le letture e gli interventi si arricchiranno dell’accompagnamento di  Francesco D’Oronzo, chitarrista autodidatta per vocazione, cantante per passione e insegnante di chitarra da 30 anni, con l’intento di sonorizzare le immagini suggerite dalle parole.

 

Umbertì Slittamenti dell’anima de l’ultimo re di Ancona è una raccolta di prose, poesie, disegni, dipinti, opere di Digital Art a tecnica mista che convergono nel volume, frutto di un lavoro di tre anni e di una curiosa osservazione della realtà di una vita intera. Nella sua opera Tommaso Buglioni racconta il suo Umbertì, l’uomo che lo ha sempre incuriosito per il senso di libertà, mettendo su carta episodi di cui è stato testimone, aneddoti raccontati da altri ma anche mettendo in fila pensieri e sensazioni prestate alla sua persona.

 

Sabato 20 Aprile, ore 17

Pinacoteca Civica “F. Podesti”, Sala Conferenze, ingresso via Pizzecolli 17, Ancona

 

presentazione con ingresso gratuito di

Umbertì Slittamenti dell’anima de l’ultimo re di Ancona

di Tommaso Buglioni, PM edizioni, pp. 281