Porto di Ancona, la CNA: è uno scalo dinamico

138

I progetti e le opere in fase di realizzazione, compresa da ultima la realizzazione del posto di controllo merci transfrontaliero, prefigurano una trasformazione del Porto dorico che è quanto mai necessaria ed urgente per il futuro economico della città di Ancona e della Regione, oltre che per uscire dalla crisi post COVID. Sul tema apprezziamo il dinamismo dell’Autorità di Sistema.

Dotare lo scalo di strutture degne di un porto internazionale e allargare gli spazi per la movimentazione merci è assolutamente imprescindibile. Così come la viabilità interna portuale e, grande madre di tutte le questioni, il collegamento alla grande viabilità.

Su questa ultima questione e in particolari sui tre tronconi di opere che vanno a costituire il sistema di uscita entrata – Lungomare Nord – Bretella di collegamento alla SS16 – Realizzazione raddoppio variante SS16 – come illustrata nell’ultima videoconferenza del Sindaco, abbiamo già manifestato il nostro appoggio all’Amministrazione Comunale e la disponibilità ad iniziative unitarie e costanti di pressione e vigilanza nei confronti dei decisori pubblici.

Da decenni stiamo aspettando una soluzione ed una “via di uscita” che è ormai improcrastinabile e si gioca ora sui tempi di autorizzazioni burocratiche e di realizzazione. Tutto il nostro appoggio a iniziative di attenzione e pressione continua.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here