Assoporti sottoscrive la Carta di Padova

398

La Carta di Padova si propone come un primo elemento di sintesi rispetto ad obiettivi convergenti verso un nuovo modello di sviluppo sostenibile. Si tratta di agire secondo una logica di sistema per valorizzare tutto ciò che accomuna la complessità dell’offerta dei servizi logistici e i relativi benefici per imprese e comunità.  Il documento è stato firmato dal Presidente di Assoporti Daniele Rossi nei giorni scorsi. La Carta di Padova è un manifesto che vuole promuovere uno sviluppo consapevole e sostenibile della logistica, in chiave ambientale, sociale ed economica. Il documento si propone di tracciare una via e individuare nuovi paradigmi per gli operatori del settore. Nel dettaglio, esso individua 4 pilastri su cui costruire la propria strategia nel medio-lungo termine.

  1. Formazione ed informazione:

Comunicare di più e meglio è un’urgente priorità. Gli addetti ai lavori devono essere formare così come il mercato deve essere educato al valore e al ruolo strategico della logistica. Ci si propone di agire sulla cultura per stimolare una nuova sensibilità.

  1. Sviluppo e sostengo all’innovazione digitale:

Supportare la trasformazione informatica per migliorare le condizioni e le performance lavorative. Cosa vale la pena cambiare e cosa invece mantenere?

  1. Definizione di elementi e modalità di valutazione comuni e condivisi:

Individuare riferimenti e obiettivi condivisi, che siano oggettivi e misurabili, utili allo sviluppo della logistica e non di meno all’accrescimento del benessere sociale, culturale e ambientale.

  1. Ricerca di nuove risorse e nuove governance:

Ottimizzare l’utilizzo di finanziamenti nazionali ed europei, favorire il lavoro congiunto di pubblico e privato. Collaborare per divenire interlocutori qualificati delle istituzioni nazionali ed europee.

Il gruppo di lavoro è multidisciplinare e aperto alla partecipazione di ogni altro soggetto che ne condivida le finalità e intenda contribuire a plasmare la logistica di domani nel rispetto di quei valori di cui la Carta di Padova si fa promotrice.

Il documento è stato sottoscritto dalle seguenti associazioni di categoria:

Anita (Thomas Baumgartner, Presidente);

Assiterminal (Alessandro Ferrari, Segretario Generale);

Assologistica (Andrea Gentile, Presidente);

Assoporti (Daniele Rossi, Presidente);

Confetra (Guido Nicolini, Presidente);

Fercargo (Luigi Legnani, Presidente);

Federchimica (Paolo Lamberti, Presidente);

Federconsumatori (Emilio Viafora, Presidente);

Fedespedi (G. Armando Boriello, Presidente);

Freight Leaders Council (Massimo Marciani, Presidente);

Green Logistics Expo (Sergio Gelain, Presidente);

Stati Generali dell’Innovazione (Fulvio Ananasso, Presidente);

SOS-LOGistica (Daniele Testi, Presidente);

UNRAE (Paolo A. Starace Presidente della Sezione Veicoli Industriali).

Clicca qui per scaricare la Carta di Padova

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here