Porto di Ancona, Pettorino, garantirò la continuità dei lavori dei nostri scali

647
Giovanni Pettorino e Matteo Paroli

Lo staff mi sarà di grande aiuto, un ringraziamento particolare all’uscente Segretario Paroli

 

Si è presentato in divisa l’Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino Commissario Straordinario dell’Autorità Portuale del Mare Adriatico Centrale. “Sono in divisa poiché ricopro al momento, ancora il mio incarico di Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – ha sottolineato l’Ammiraglio Pettorino – che scadrà il 24 luglio prossimo. Conosco bene Ancona perché ho già lavorato in questo scalo e insieme all’infrastruttura ho piena coscienza di quelle che sono le esigenze e le caratteristiche di questa bellissima città. Com’è noto da oggi sarò il Commissario dell’Autorità Portuale del Mare Adriatico Centrale e il mio compito sarà di lavorare immediatamente sulle questioni prioritarie. So bene quanto gli anconetani e i marchigiani in genere amino l’area portuale così ricca di storia e cultura, ma allo stesso tempo sono conscio che ben 6.500 persone lavorano qui e, in alcuni casi, con mansioni e operatività che richiedono elevati standard di sicurezza. Garantire la continuità dei lavori portuali sarà quindi l’obiettivo principale e, inoltre, ho già intrapreso una serie di rapporti con il Ministro Giovannini che, peraltro mia ha nominato, per discutere sugli assi di finanziamento del PNRR dedicati agli scali da noi gestiti da Pesaro a Ortona. Ho 44 anni di carriera alle spalle e serenamente affermo che la squadra che mi è stata data per gestire questa breve fase di transizione è di altissimo livello e mi sarà di grande aiuto. A tal proposito voglio ringraziare il Segretario Matteo Paroli che dall’1 agosto prenderà servizio a Livorno, proprio lui, nel giro di queste poche settimane riuscirà a darmi tutti gli elementi affinché io possa svolgere il miglior lavoro possibile. Poi il testimone passerà a tutto lo staff che, come ho già detto, mi sarà di grande aiuto nei prossimi mesi”.

Gabriele Costantini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here