“Appassimenti Aperti_in Piazza”, domenica c’è il bis

234

A Serrapetrona si torna a far festa con “Appassimenti aperti_in piazza”, la manifestazione organizzata dall’Istituto Marchigiano di Tutela Vini (Imt) per promuovere il vitigno autoctono Vernaccia Nera. Dopo il successo della prima giornata, domenica 21 novembre il borgo torna ad essere meta ideale degli appassionati del buon vino e dei sapori autentici, per celebrare la Vernaccia di Serrapetrona docg e il Serrapetrona doc: vini di grande personalità, non riproducibili altrove, espressione del territorio e della dedizione dei produttori. Cuore della manifestazione sarà la piazza di Serrapetrona, dove le cantine Alberto Quacquarini, Fontezoppa, Colleluce, Terre di Serrapetrona, Podere sul lago e Vitivinicola Serboni accoglieranno i visitatori per le degustazioni.

 

Impegnato in prima linea nell’organizzazione dell’evento il Comune di Serrapetrona: “E’ l’edizione del rilancio, dopo lo stop dello scorso anno dovuto alla pandemia – dice il sindaco Silvia Pinzi –; una manifestazione che quest’anno assume un significato particolare, perché oltre al problema sanitario, la pandemia ha generato difficoltà di natura socioeconomica da non trascurare. Insieme con Imt, produttori, Proloco e i tanti volontari, abbiamo creduto fortemente nella ripartenza e grazie ad un grande lavoro di squadra abbiamo dato vita ad un’edizione necessariamente un po’ diversa vista la situazione, ma piena di energia e di voglia di guardare avanti. Siamo impazienti di accogliere nuovamente i visitatori con il meglio del nostro territorio: i vini da Vernaccia Nera in primis, ma anche le tipicità gastronomiche, l’artigianato, le proposte culturali, le bellezze naturalistiche”.

 

In piazza accanto alle degustazioni della Vernaccia di Serrapetrona docg e del Serrapetrona doc ci saranno anche street food e quelle tipicità locali che meglio esaltano le qualità di questi vini. Assicurata un’atmosfera animata e festosa, anche grazie alle incursioni musicali e alle esibizioni degli artisti di strada, oltre al mercatino che si snoderà lungo le vie con le creazioni dei maestri artigiani. Saranno aperti e visitabili i siti culturali: la Chiesa di San Francesco con il celebre Polittico di Lorenzo d’Alessandro, la Chiesa di Santa Maria di Piazza con l’esposizione dedicata alle opere salvate dal sisma e Palazzo Claudi con la mostra “Fossili, il passato ritrovato”.

 

Si ricorda che per l’edizione di quest’anno della manifestazione non sono previste visite organizzate in cantina né navette per gli appassimenti. È possibile contattare i singoli produttori per verificare eventuali orari d’apertura (http://www.appassimentiaperti.it/le-cantine.html).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here