Finanza sostenibile: è del Molise il primato del maggior investimento «green» procapite

609

Il Nord Italia traina la classifica per spesa capex, ma procapite è il Molise (25.250 euro) prima in classifica con un valore quasi quadruplo rispetto alla Lombardia. Seguono Valle D’Aosta (10.000 euro) e Veneto (9.630). Lo evidenzia Ener2Crowd.com, la prima piattaforma italiana di lending crowdfunding ambientale ed energetico.

Nella mappa delle regioni italiane per distribuzione di capitali destinati alla costruzione di un futuro più sostenibile, il Nord Italia traina la classifica per spesa capex, ma prima per spesa procapite è il Molise, con un valore che è quasi il quadruplo rispetto a quello della Lombardia.

A tracciare questa nuova geografia della finanza verde è Ener2Crowd.com, la prima (ed unica) piattaforma italiana di lending crowdfunding ambientale ed energetico.

In cima alla classifica procapite si collocano Molise (25.250 euro), seguita da Valle D’Aosta con 10.000 euro di spesa procapite e Veneto con 9.630 euro.

Seguono poi Lombardia (7.353 euro), Liguria (6.950), Piemonte (6.652), Emilia Romagna (6.264), Abruzzo (5.684), Lazio (4.929), Friuli Venezia Giulia (4.721), Marche (4.593), Campania (4.430) e poi le altre regioni, al di sotto dei 4 mila euro di investimento procapite.

«Ottimi segnali provengono dalla Campania, ma anche e dalla Sicilia (2.813 euro di investimento procapite). In quest’ultima regione si è concentrata l’attenzione di grandi utility che hanno sperimentato per la prima volta modelli di coinvolgimento delle comunità locali nella condivisione dei benefici prodotti dalla presenza di impianti agrivoltaici»commenta Niccolò Sovico, ceo, ideatore e co-fondatore di Ener2Crowd.com.

In Italia, la crescita di questa «finanza etica» a favore dell’ambiente su base annua è del +138%. Nell’ultimo anno infatti la «raccolta green» è più che raddoppiata.

Insomma, prende sempre più piede nel nostro Paese la «finanza alternativa green», sostenuta e rappresentata dalla sempre più grande comunità di «investitori etici» che si ritrovano sulla piattaforma Ener2Crowd.com.

«Lo scopo è quello precipuo di finanziare progetti finalizzati alla riduzione delle emissioni di CO2» puntualizza Niccolò Sovico.

«Grazie anche ad un numero crescente di persone che vogliono differenziare il loro portafoglio di investimenti, integrandolo con opportunità dal rendimento medio-alto e nel contempo stabili e resilienti rispetto —ad esempio— all’andamento del mercato azionario» spiega poi Giorgio Mottironi, cso e co-fondatore di Ener2Crowd nonché chief analyst del GreenVestingForum.it, il forum della finanza alternativa verde.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here