Intervento di pulizia stamane al monumento del passetto da parte di AnconAmbiente

336
Intervento di pulizia questa mattina al Monumento ai Caduti al Passetto deturpato dalle scritte vandaliche. Sul posto AnconAmbiente, il Soprintendente archeologia, belle arti e paesaggio Biagio De Martinis e l’assessore alle Manutenzioni Stefano Foresi. Dopo la verifica dello stato in cui versava la parte del monumento imbrattata e che è situata proprio in cima alla struttura, gli operai di AnconAmbiente sono intervenuti procedendo alla ripulitura, utilizzando un liquido sostenibile e compatibile con la tutela del monumento. Si tratta infatti di un detergente studiato e utilizzato proprio per questo particolare genere di attività e quindi capace di salvaguardare il materiale sottoposto a tutela.
L’operazione di pulizia si è conclusa dopo un paio d’ore ripristinando lo stato originale della parte apicale del Monumento ai Caduti.
“AnconAmbiente, ovvero il Comune di Ancona, ha ripulito per l’ennesima volta il monumento del Passetto – ha affermato quest’oggi il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli -. Cancellare il brutto innanzitutto costa, tempo e denaro. Quello dei cittadini, perché si tratta di soldi pubblici. Servono un sacco di cose perché ciò non avvenga: le telecamere, i controlli della Polizia Locale e delle forze dell’ordine, le sanzioni quando li pizzichiamo (e capita), i progetti educativi nelle scuole e le numerose attività sportive, sociali e culturali rivolte ai giovani. Ma serve soprattutto far passare un messaggio chiaro: chi sporca e danneggia la città non è un furbo o un audace, è un poveretto, uno sfigato, uno che fa del male agli altri e a sé stesso”.
“Ricordiamo – avverte l’assessore alla Sicurezza e alle Manutenzioni, Stefano Foresi – che questa zona è coperta dalla videosorveglianza con telecamere fisse e brandeggiabili che verificano l’intera area, dal Monumento ai Caduti fino ai servizi igienici, al confine della Pineta verso la strada Panoramica. Ringrazio AnconAmbiente per il lavoro svolto”.
“Questa mattina i nostri operatori – ha dichiarato Antonio Gitto, presidente di AnconAmbiente – si sono immediatamente messi all’opera per pulire un’area particolarmente cara agli anconetani. Detto questo, mi auguro che questo genere di interventi, anche se perfettamente eseguiti, siano sempre meno richiesti all’azienda: il rispetto e la cura della nostra città deve essere alla base dell’agire civile di tutti i cittadini e questi fenomeni non dovrebbero accadere”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here