Per il trentennale del 118 il Comune illumina per tre giorni la facciata del Teatro delle Muse

628

Si celebra in questi giorni in tutta Italia con una serie di iniziative il trentennale dell’istituzione del servizio di pronto intervento 118. Un pilastro fondamentale del nostro sistema sanitario e di protezione dei cittadini. Anche il Comune di Ancona ha deciso di aderire alle celebrazione illuminando di colore blu la facciata del Teatro delle Muse nelle giornate dal 18 al 20 marzo, contribuendo a sensibilizzare l’opinione pubblica sul ruolo primario di questo strumento. “Istituito nel 1992- spiega l’assessore alle Politiche sociali e Sanità Emma Capogrossi– il Servizio Sanitario di soccorso e allarme sanitario in sede extra ospedaliera”, meglio noto come 118, è stato ed è ancora oggi il cardine della sanità di emergenza italiana. Abbiamo accolto con grande piacere la proposta del Direttore Generale dell’ Asur Marche di illuminare un monumento rappresentativo della città, il Teatro delle Muse, di colore blu – da sempre colore di riferimento per il 118- per esprimere sostegno e gratitudine agli operatori del 118 e a tutti i soggetti che collaborano, ma anche per rendere sempre più consapevoli i cittadini dell’importanza di poter fare affidamento su un servizio altamente efficace per la gestione delle emergenze e delle urgenze nell’ambito della salute pubblica”.

Dalla sua istituzione il 118 si è nel tempo evoluto e modernizzato: oggi, grazie anche alle nuove tecnologie presenti nei mezzi di soccorso, si utilizza la logica del “stay and play” ovvero quella di stabilizzare il paziente ed indirizzarlo all’ospedale più idoneo.

Esiste è una vasta rete territoriale di centrali operative che agiscono a livello provinciale o sovraprovinciale: nelle Marche il servizio di soccorso (istituito con L.R. n.36 del 1988, in ottemperanza alle Linee Guida 1/1996) è distribuito su 4 province e una delle sedi ricade nel territorio di Ancona.

La centrale operativa è composta da operatori (tecnici e sanitari) e dai mezzi di soccorso (ambulanze, auto mediche ed elisoccorso) e svolge una risposta essenziale alle richieste di aiuto e soccorso dei cittadini. Il 118 nelle Marche ha seguito un’ulteriore sviluppo del sistema di soccorso con l’adeguamento al sistema del numero unico europeo 112. Nel dicembre 2020 è stata inaugurata ad Ancona la centrale Unica di Risposta Marche Umbria (CUR)che gestisce le richieste di emergenza delle due Regioni, smistandole, a seconda della situazione, ai Carabinieri (112), alla Polizia (113), ai Vigili del fuoco (115) e al soccorso sanitario (118), le cui numerazioni restano comunque attive.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here