UNI e Bureau Veritas Italia per la Giornata mondiale della terra con la nuova prassi sull’utilizzo RESPONSABILE della plastica

303

In occasione della 52ma Giornata Mondiale della Terra che si celebra oggi, UNI Ente italiano di Normazione e Bureau Veritas Italia pubblicano la nuova Prassi di Riferimento UNI/PdR 117:2022 “Linee guida per l’utilizzo responsabile della plastica”. Materiale di largo impiego nella nostra vita quotidiana, la plastica ha contribuito, offrendo soluzioni innovative, ai bisogni provenienti dalla società grazie alla sua versatilità, economicità e durabilità. Tuttavia non può passare in secondo piano l’impatto – ormai noto a tutti – che questo materiale può avere sull’ambiente. Risulta quindi oggi più che mai necessario fare un uso corretto e responsabile della plastica con particolare attenzione alle buone pratiche di raccolta, selezione e riciclo della stessa, in armonia con il concetto di Green Economy e di economia circolare. Nel 2019 in Italia sono stati generati globalmente circa 5 milioni di rifiuti di materie plastiche di cui il 42% è stato avviato al recuperato meccanico, il 35% alla valorizzazione mediante il recupero energetico e il 23% è stato conferito in discarica. Il settore è fortemente impegnato nello sviluppo di tecnologie di riciclo chimico che in futuro verranno utilizzate in modo complementare a quelle di riciclo meccanico per aumentare la capacità di riciclo e raggiungere gli obiettivi preposti. L’introduzione delle tecnologie di riciclo chimico saranno importanti anche per minimizzare il ricorso all’incenerimento e consentiranno praticamente di eliminare lo smaltimento in discarica. Si tratta di una sfida che vede coinvolti cittadini, imprese e amministrazioni pubbliche, la cui cooperazione è essenziale per sviluppare sempre più politiche che permettano una adeguata gestione dei prodotti in plastica sino al loro fine vita, consentendone la loro successiva re-immissione nel mercato. Nasce da qui il desiderio di numerose organizzazioni di impegnarsi secondo una roadmap ben definita che permetta di comunicare in modo chiaro agli stakeholder il proprio percorso virtuoso, articolato nel tempo, per una progressiva scelta consapevole degli articoli e materiali al fine di ridurre l’impatto ambientale delle proprie attività fondato su basi scientifiche e incontrovertibili. Sulla base di queste premesse è stata sviluppata la prassi UNI che ha infatti come obiettivo principale l’uso responsabile degli articoli in plastica, basato su: – consapevolezza del proprio contesto, dei vincoli tecnologici, degli obblighi di legge; – miglioramento continuo mirato a promuovere iniziative di raccolta e recupero dei prodotti in plastica utilizzati; – coinvolgimento delle parti interessate, in primis i dipendenti, i fornitori, le comunità di riferimento.

La UNI/PdR 117:2022 si applica alle organizzazioni di qualsiasi tipologia e dimensione, pubbliche o private, utilizzatrici finali di prodotti di plastica o contenenti plastica. La prassi di riferimento può essere utilizzata per applicare un sistema di gestione per l’utilizzo responsabile della plastica, che può essere certificato da organismi di valutazione della conformità di terza parte operanti secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17021. Il documento definisce la terminologia di riferimento, le modalità per identificare il contesto in cui opera l’organizzazione e il campo di applicazione del sistema di gestione e illustra come l’impegno della Direzione debba esplicitarsi in politiche e obiettivi per l’utilizzo responsabile della plastica e quali siano gli elementi a supporto del sistema di gestione. Il documento individua inoltre le attività di pianificazione e controllo delle fasi di acquisto, utilizzo e conferimento e fornisce gli elementi per la valutazione delle prestazioni e per il miglioramento continuo del sistema di gestione.

Secondo Claudia Strasserra (Bureau Veritas Italia), Project leader della Prassi UNI, “questo documento aiuta le organizzazioni pubbliche e private a dare corpo e comunicare il proprio impegno per un utilizzo responsabile della plastica, evitando demonizzazioni e focalizzando l’attenzione sull’obiettivo più importante, ossia la riduzione dell’impatto ambientale. La Prassi UNI può diventare un modello per ingaggiare la propria catena di fornitura e conseguire risultati ancora più significativi, agendo congiuntamente”. La UNI/PdR 117:2022 è liberamente scaricabile dal Catalogo UNI all’indirizzo: https://bit.ly/3rHMhl0 Cosa sono le prassi di riferimento Le prassi di riferimento sono documenti che definiscono prescrizioni tecniche o modelli applicativi di norme tecniche, elaborati con un rapido processo di condivisione ristretta, e costituiscono una tipologia di documento para-normativo nazionale che va nella direzione auspicata di trasferimento dell’innovazione e di preparazione dei contesti di sviluppo per le future attività di normazione, fornendo una risposta tempestiva a una società in cambiamento. Tutte le prassi di riferimento sono gratuitamente scaricabili dal sito www.uni.com accedendo alla sezione “Catalogo”.

UNI È un’associazione senza scopo di lucro, i cui soci, oltre 4.000, sono imprese, liberi professionisti, associazioni, istituti scientifici e scolastici, pubbliche amministrazioni. Da 100 anni svolge attività di normazione tecnica in tutti i settori industriali, commerciali e del terziario ad esclusione di quello elettrico ed elettrotecnico. Le norme sono documenti che definiscono le caratteristiche (prestazionali, ambientali, di sicurezza, di organizzazione ecc.) di un prodotto, processo, servizio o professione, secondo lo “stato dell’arte” e sono il risultato del lavoro di decine di migliaia di esperti in Italia e nel mondo. In estrema sintesi, sono documenti che definiscono “come fare bene le cose” garantendo sicurezza, rispetto per l’ambiente e prestazioni certe. Il ruolo dell’UNI, quale Organismo nazionale italiano di normazione, è stato riconosciuto dal Decreto Legislativo 223/2017 sulla normazione tecnica. UNI partecipa, in rappresentanza dell’Italia, all’attività di normazione internazionale ISO ed europea CEN.

BUREAU VERITAS ITALIA S.P.A. Sul mercato italiano dal 1839, Bureau Veritas è leader a livello mondiale nei servizi di ispezione, verifica di conformità e certificazione. Nata nel 1828, supporta i Clienti nel raggiungimento dell’obiettivo del miglioramento delle performance attraverso servizi e soluzioni innovativi, finalizzati ad attestare che i loro prodotti, strutture e processi rispondono a standard e regolamenti in ambito qualità, salute e sicurezza, ambiente e responsabilità sociale (QHSE-SA). Bureau Veritas traduce le proprie competenze tecniche in una ricca gamma di servizi che vanno al di là della semplice verifica di conformità normativa e regolamentare, per consentire il raggiungimento degli obiettivi della riduzione del rischio, del miglioramento delle performance e della promozione dello sviluppo sostenibile. Il Gruppo Bureau Veritas fonda la sua consolidata e mai smentita reputazione di serietà e competenza tecnica su valori quali integrità ed etica, imparzialità, orientamento al cliente e sicurezza sul lavoro. Bureau Veritas è Organismo riconosciuto e accreditato dalle più importanti organizzazioni nazionali ed internazionali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here