“Open Jam”: l’1 e 2 dicembre attesi a Rimini centinaia di giovani per costruire insieme alle aziende il futuro del lavoro

419

Si tratta del primo grande momento d’incontro tra giovani e aziende realizzato da JAM – Join the Ageless Mind, la nuova realtà di The European House – Ambrosetti che mette al centro della crescita strategica delle imprese e del Sistema Paese il rapporto tra le diverse generazioni al lavoro. Al PalaCongressi di Rimini saranno presenti tra i partecipanti, Marcello Ascani, YouTuber e imprenditore digitale, Lorenzo Maragoni, il poeta slam protagonista di Italia’s Got Talent 2022 e Lucia Abbinante, Direttrice Generale Agenzia Nazionale Giovani

Due giorni di workshop, incontri e confronti dove giovani e aziende cercheranno di imparare gli uni dagli altri per costruire insieme il futuro del lavoro. Si chiama “Open JAM – Un dialogo aperto con il futuro” (https://openjam.ambrosetti.eu/) ed è organizzato da JAM (https://welcometojam.ambrosetti.eu/), il nuovo progetto di people empowerment promosso da The European House – Ambrosetti, che avrà luogo l’1 e il 2 dicembre presso il PalaCongressi di Rimini e prevede di ospitare, in questa prima edizione, diverse centinaia di giovani under 30.
Con il supporto delle aziende partner, i 2 giorni di festival si svilupperanno attraverso una serie di workshop, laboratori e giochi, pensati proprio per favorire l’interazione e il dialogo tra aziende, istituzioni e giovani. Il paradigma del lavoro e le esigenze stanno cambiando, la leadership assume nuovi connotati e ha sempre più a che fare con la condivisione di valori, la flessibilità non riguarda più solo lo smart working e il benessere lavorativo non è strettamente correlato allo stipendio. Per riuscire a governare questo cambiamento e compiere un’inversione di rotta è importante agire coinvolgendo in prima persona la futura classe dirigente.
Attività interattive e coinvolgenti sostituiranno le classiche conferenze e gli incontri frontali e non mancheranno momenti di riflessione profonda su tematiche urgenti come il futuro del pianeta, che verrà analizzato dal punto di vista ambientale, sociale e tecnologico.

“Il nostro obiettivo è sfruttare al massimo gli input e gli insegnamenti che le giovani generazioni hanno da offrire per costruire insieme il futuro del lavoro e del nostro Sistema Paese – racconta Alessandro Braga, responsabile di JAM – questo primo festival, che diventerà un appuntamento annuale, punta a creare a posteriori un report di quelle che sono le aspettative delle aziende e le necessità delle nuove generazioni in modo da collaborare alla definizione del futuro del lavoro. L’urgenza e la necessità di un’azione di questo tipo è testimoniata dal fatto che in Italia, nel 2022, il 70% circa dei lavoratori tra i 26 e i 35 anni ha scelto o sta scegliendo di cambiare lavoro e, secondo uno studio di Axios, oggi la Gen Z cambia lavoro il 134% in più rispetto al 2019”.

Immagina, crea, puoi: alcune delle attività in programma

Purposeful Job. Un gioco di dadi per indagare le sfide legate al mondo del lavoro dal punto di vista generazionale. I partecipanti, divisi in gruppi, interpreteranno lavoratori con caratteristiche diverse in un gioco di ruolo dinamico, confrontandosi sui loro desideri e preoccupazioni. Un esercizio di empatia e immaginazione, che permetterà di simulare uno scambio tra diverse generazioni. Ogni gruppo rappresenterà infatti un team eterogeneo ed intergenerazionale che lavora insieme ad un progetto per un’azienda fittizia. Durante il gioco, il team sarà chiamato ad affrontare situazioni professionali e personali che dovranno essere discusse insieme in modo da superarle e arrivare alla fine del progetto come team coeso.

Solo quando lavoro sono felice. Lorenzo Maragoni, Campione italiano di Poetry Slam 2021, applaudito anche nell’ultima edizione di Italia’s Got Talent, si esibirà insieme all’attore, autore e regista Niccolò Fettarappa, in collaborazione con il Centro Aiku, Arte, Impresa e Cultura sul tema del significato del lavoro, della vocazione e del valore dei soldi. Dopo la performance, il pubblico parteciperà attivamente ad un confronto guidato sui temi trattati.

Dancing Organizations. Attraverso il movimento del corpo i partecipanti, guidati da Aiku e dalla coreografa Chiara Frigo, avranno l’opportunità di riflettere sui propri punti di forza e di debolezza e sulle modalità con cui interagiscono e negoziano con gli altri.

Ritorno al futuro. Un gioco di carte che aiuterà a individuare soluzioni creative alle sfide e ai problemi del nostro tempo, andando a delineare il futuro che ci aspetta.

The Dream Job Wall. Insieme alla startup di orientamento universitario Futurely, verrà allestita una grande opera collettiva in cui inserire paure, aspettative, gioie e delusioni sui vari aspetti del mondo del lavoro, al fine di dar forma ad una riflessione condivisa sul possibile impatto delle nuove generazioni sui temi che emergeranno.

Speaking Corner. Per tutta la durata del festival saranno predisposti degli Speaking Corner in cui i singoli partecipanti avranno l’opportunità di condividere una loro passione, esperienza o progetto attraverso brevi presentazioni di 10-15 minuti che gli consentiranno di dare il via a discussioni e riflessioni con il pubblico.

Tutti i contenuti del programma sono frutto di un lavoro di co-progettazione da parte di esperti di settore e advisor di progetto. Open Jam vanta infatti una partnership strategica con prestigiose aziende che hanno finora aderito all’iniziativa, quali Banca Ifis, Fastweb, Siram Veolia, Soprasteria, Banca Monte dei Paschi di Siena, Italgas, Randstad Italia e SCM Group.

Oltre ai rappresentanti delle aziende partner, a portare la loro testimonianza ci saranno diversi ospiti come Marcello Ascani, youtuber e imprenditore digitale, Lucia Abbinante, Direttrice Generale Agenzia Nazionale Giovani, Nicolò Santin, CEO e co-founder di Gamindo, Federico Petroni, autore per Limes e Elisa Piscitelli, CEO e co-founder di Futurely.

Qui è possibile trovare il link per il programma di dettaglio e l’iscrizione.

ABOUT

The European House – Ambrosetti

The European House – Ambrosetti è un gruppo professionale di circa 250 professionisti attivo sin dal 1965 e cresciuto negli anni in modo significativo grazie al contributo di molti Partner, con numerose attività in Italia, in Europa e nel Mondo. Ogni anno offre consulenza a circa 1.200 clienti nella gestione integrata e sinergica delle quattro dinamiche critiche dei processi di generazione di valore: Vedere, Progettare, Realizzare e Valorizzare. Sono più di 200 gli Studi e gli Scenari strategici indirizzati a Istituzioni e aziende nazionali ed europee e circa 120 progetti per famiglie imprenditoriali realizzati ogni anno. A questi numeri si aggiungono circa 3.000 esperti nazionali ed internazionali che ogni anno vengono coinvolti nei 500 eventi realizzati per gli oltre 15.000 manager accompagnati nei loro percorsi di crescita.

Grazie ad un patrimonio di relazioni internazionali ad altissimo livello nei vari settori di attività, compresi i responsabili delle principali istituzioni internazionali e dei singoli Paesi, The European House – Ambrosetti è stata nominata nella categoria “Best Private Think Tanks” – 1° Think Tank in Italia, 4° nell’Unione Europea e tra i più rispettati indipendenti al mondo su 11.175 a livello globale nell’ultima edizione del “Global Go To Think Tanks Report” dell’Università della Pennsylvania. The European House – Ambrosetti è stata riconosciuta da Top Employers Institute come una delle 131 realtà Top Employer 2022 in Italia. Per maggiori informazioni www.ambrosetti.eu e twitter.com/Ambrosetti_

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here