Eppur si muovono: il Programma Erasmus+

209

Mobilità VET degli studenti delle scuole secondarie superiori. Misurandosi con la Nutella in frigo e il bike sharing, con Camera Marche all’estero si impara a lavorare, a tirare fuori le competenze, e si dissipano alcuni dubbi sul futuro

 

Oggi alla Loggia dei Mercanti di Ancona, sede di rappresentanza di Camera Marche, l’ente ha voluto festeggiare gli studenti marchigiani che hanno compiuto un percorso formativo all’estero grazie al programma di mobilità VET. L’iniziativa è stata occasione per presentare il nuovo bando del progetto, disponibile a questo link, e con scadenza 15 dicembre 2022: 51 le borse disponibili, con partenza in primavera 2023.

DI CHE SI TRATTA

L’iniziativa progettuale denominata “CameraMarche Alliance For Learning Mobility 2021” è stata promossa dal consorzio nazionale VET denominato “CameraMarche Alliance For Learning Mobility”,  coordinato dalla Camera di Commercio delle Marche nel quadro del programma ERASMUS+, Azione KA1.

Il progetto, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma ERASMUS+, ha permesso l’assegnazione di 39 borse Erasmus VET finalizzate allo svolgimento di un’esperienza formativa/lavorativa di mobilità all’estero della durata di 1 mese per gli studenti iscritti alle III e IV classi (Borsa di mobilità breve VET Learners) e di circa 3 mesi per gli studenti in uscita dal V anno (Borsa di mobilità lunga ERASMUS PRO). In particolare sono state assegnate 35 borse Erasmus VET Learners (di cui 1 borsa riservata a uno studente co Bisogni Educativi Speciali ex Legge 104/92) a favore di giovani studenti iscritti alle classi III e IV degli Istituti scolastici partner di progetto e 4 borse Erasmus PRO riservate agli studenti in uscita dalle classi V degli Istituti scolastici partner di progetto. Le attività di mobilità hanno permesso agli studenti partecipanti di  approfondire ambiti specifici del proprio percorso scolastico, di aumentare le competenze nelle lingue straniere, di migliorare le proprie prospettive di carriera e di rafforzare la propria capacita di confrontarsi con contesti lavorativi esteri.

Verranno inoltre realizzate a breve 2 borse per mobilità dello staff della durata di 1 settimana riservate a docenti scolastici o personale dei membri del consorzio “CameraMarche Alliance For Learning Mobility”. Quest’ultime saranno volte a formare i partecipanti sui temi dell’alternanza scuola lavoro in ambito europeo.

Notevole importanza è stata data alla fase di preparazione dei beneficiari con una serie di attività preparatorie quali specifici seminari tematici a carattere di orientamento professionale e settoriale. Il tirocinio all’estero è stato svolto presso aziende/organismi di Francia, Irlanda, Slovenia, Spagna, e Polonia. Al rientro sono stati realizzati dei seminari di valutazione post-esperienza. Per tutti i partecipanti, l’esperienza di mobilità viene attestata tramite la certificazione Europass Mobility e le ulteriori attestati/certificazioni di riconoscimento previsti dall’iniziativa.

 Durata progettuale:

La durata progettuale è di 24 mesi, dal 01/09/2021 al 30/08/2023.

Tipologia di partner e ruolo:

Capofila o promotore: Camera di Commercio delle Marche.

 

Eurocentro: partner di supporto al coordinamento operativo.

 

Scuole di provenienza degli Studenti: Liceo Classico “F. Stabili” (Ascoli Piceno), IIS “G. Mazzocchi-Umberto I” (Ascoli Piceno), IIS “Volterra-Elia” (Ancona), IIS “E.  Mattei” (Recanati), Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” (Jesi), IIS “Corinaldesi – Padovano” (Senigallia), IIS “Carlo Urbani” (Porto Sant’Elpidio), IIS “Da Vinci” (Civitanova Marche), IIS “Bonifazi” (Civitanova Marche), IIS “G. Garibaldi” (Macerata), IIS “A. Gentili” (San Ginesio), IPSEOA “G. Varnelli” (Cingoli), IIS “C. Varano” (Camerino), Liceo scientifico “G. Marconi” (Pesaro), Liceo Artistico “F. Mengaroni” (Pesaro).

 

Organismi di accoglienza esteri: Aureka (Parigi – Francia), Conlan School (Dublino – Irlanda), Incoma Intermobility (Siviglia – Spagna), Aviva (Breslavia – Polonia).

 

Altre Organismi Partner: Confindustria Marche, CNA Marche, CISL Marche, CGIL Marche, Università degli Studi di Macerata, Università Politecnica delle Marche, Università di Camerino, Symbola fondazione per le qualità italiane, UIL Marche, Coldiretti Marche, CIA Marche, Copagri Ancona, Confcooperative Marche, Confartigianato Marche, Casartigiani.

 

Le scuole e i partecipanti di questa prima parte

 

Liceo Classico “F. Stabili” (Ascoli Piceno)       3 studenti
IIS “G. Mazzocchi-Umberto I” (Ascoli Piceno)   2 studenti
IIS “Volterra-Elia” (Ancona) 3 studenti
IIS “E.  Mattei” (Recanati) 3 studenti
 Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” (Jesi) 2 studenti
IIS “Corinaldesi – Padovano” (Senigallia) 2 studenti
IIS “Carlo Urbani” (Porto Sant’Elpidio) 2 studenti
IIS “Da Vinci” (Civitanova Marche) 4 studenti
IIS “Bonifazi” (Civitanova Marche) 3 studenti
IIS “G. Garibaldi” (Macerata) 2 studenti
IIS “A. Gentili” (San Ginesio) 4 studenti
IPSEOA “G. Varnelli” (Cingoli) 1 studenti
IIS “C. Varano” (Camerino) 3 studenti
Liceo scientifico “G. Marconi” (Pesaro) 3 studenti
Liceo Artistico “F. Mengaroni” (Pesaro) 2 studenti

 

Le destinazioni:  Polonia (Breslavia), Slovenia (Maribor), Irlanda (Dublino), Spagna (Siviglia), Francia (Parigi)

 

Il messaggio del Presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini

E’ un progetto, questo di Erasmus+ , che ci sta particolarmente  a cuore come Camera di Commercio perché valorizza e coltiva le competenze dei più giovani,  perché realizza una strategia di internazionalizzazione europea, perché questa strategia riguarda in particolare i temi dell’economia green e digitale. E’ un percorso questo che assomma le componenti di cui i nostri territori hanno bisogno per crescere. Il tema delle competenze oggi è il cardine di ogni possibilità di sviluppo, tanto da essere emerso trasversalmente e con forza anche in tutte le numerose sessioni tematiche dell’IGF Forum, ospitato pochi giorni fa sempre alla Loggia dei Mercanti.”

 

Il componente di Giunta di Camera Marche Andrea Santori con delega alla Formazione ha ricordato:

E’ necessario che Impresa e Scuola continuino a lavorare insieme, collocando al centro di tutto i giovani, verso cui coltiviamo aspettative, ma nei confronti dei quali abbiamo anche precise responsabilità. I cambiamenti del lavoro in corso negli ultimi decenni, l’aumento della complessità dei sistemi produttivi e della struttura economica e la crescita, ci impongono un’attenzione particolare nei loro confronti. Tutti noi abbiamo bisogno del loro prezioso supporto, in termini di idee, progetti, iniziative. Sono convinto che la competitività del nostro Sistema riparta necessariamente da qui

Carmina L.G. Pinto in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche ha sottolineato l’importanza della collaborazione con Camera Marche “i nostri obbiettivi istituzionali convergono su competenze, sul futuro che siete voi ragazzi, che sarete la nostra classe dirigente o i nostri operai, . Guardando a voi penso alla canzone di Dalla, Futura,  al passo che dice ci addormentiamo sperando sereni nel nostro futuro, penso ai due anni in cui siete stati costretti a irrobustire competenze e resilienza; ora, anche con questo progetto, potete guardare oltre l’Italia e capire di più su voi stessi e sul vostro Paese

La professoressa Edith Orhan della Scuola IIS Gentili di San Ginesio, ha accompagnato un gruppo di studenti a Dublino e oggi ha portato la sua testimonianzaQuella offerta dal progetto ha il grande valore di non essere un’opportunità  solo per le eccellenze ma aperta a tutti gli studenti con preparazioni e sensibilità diverse. Durante l’esperienza all’estero sono emerse  competenze a volte inaspettate, i ragazzi hanno scoperto di avere più risorse di quelle che credevano. Hanno mostrato grande capacità di adattamento in ogni contesto lavorativo, anche in ambienti potenzialmente più noiosi: ho visto questi studenti sempre indaffarati ed energici anche in un negozio di antiquariato! Negozio sempre affollato e vivace, tanto che il proprietario ha deciso di lasciare loro la gestione durante il periodo della loro permanenza a Dublino. Un altro ragazzo, piuttosto riservato a scuola, in Irlanda è cambiato totalmente, tirando fuori un inedito lato solare e scattante

I ragazzi di Dublino confermano. Rebecca Balzi dell’IIS Gentili di San Ginesio ha lavorato presso un’organizzazione no profit e dice “non si parte e non si torna mai da nessun luogo, io porto con me anche i suoni della nostra permanenza a Breslavia, tintinnii e risate tra di noi”. I ragazzi marchigiani in Irlanda hanno lavorato anche presso Uffici turistici, librerie second hand.

Anche Siviglia ha lasciato il segno nei ragazzi. Matilde Gugnali del Liceo Artistico Mengaroni di Pesaro ha lavorato in uno studio di architettura, e ha trovato “un ambiente accogliente, impegnativo ma sereno, ho imparato molto e potuto anche partecipare a sopralluoghi. Consiglio a tutti di partire, è un’occasione di crescita personale, caratteriale e dell’autostima”.

Leonardo Buratti dell’IPSEOA Varnelli di Cingoli è stato anche lui in Polonia, ha lavorato tre mesi per un albergo e racconta di un’esperienza “ istruttiva e divertente, arricchente dal punto di vista culturale, linguistico..oltre al polacco abbiamo approfondito altre lingue grazie a una compagna di viaggio che ha vissuto in Argentina e un altro di origine cubana. Abbiamo conosciuto realtà lavorative diverse ma anche religioni e cucine diverse dalle nostre”.

Leonardo come molti altri degli studenti sottolinea l’importanza dell’esperienza per chiarirsi le idee sul prossimo futuro universitario.

Nicole Aleandri dell’IIS Da Vinci di Civitanova Marche, racconta la sua professoressa Maria Luigia Bizzarri, è tornata da Parigi dove è stata animatrice in un caffè culturale “con  occhi a forma di Tour Eiffel e nuova energia

Cecilia Gentili dell’IIS di Varano di Camerino è stata in Slovenia “L’esperienza è formativa a partire dal viaggio, che noi abbiano fatto in treno, e lo è anche la convivenza..abbiamo scoperto che c’è chi tiene la Nutella in frigo, scelta discutibile” scherza, ma fino a un certo punto “a Breslavia abbiamo incontrato altri ragazzi marchigiani e abbiamo fatto comunità, ritrovandoci spesso in un stesso locale. Insieme abbiamo risolto anche difficoltà pratiche, ad esempio negli spostamenti, organizzandoci con un servizio di bike sharing. Centrale ovviamente l’esperienza lavorativa che ha dissipato molti dubbi sul futuro” che per Cecilia è stata in uno studio di comunicazione e marketing, per i suoi compagni d’avventura in un laboratorio analisi, in un’officina meccanica, in un’azienda di digital marketing, in un museo

In Polonia Giada Cerrani dell’IIS Garibaldi di Macerata, istituto agrario, aspirante veterinaria, ha potuto impratichirsi per il suo futuro lavorativo in uno zoo dove si è misurata con tigri, zebre e cammelli. Un mondo a parte per complessità Parigi dove Ilaria Febbo dell’IIS Corinaldesi-Padovano di Senigallia, ha lavorato presso un hotel a 4 stelle, ambiente non semplice al primo impatto, mentre le sue compagne hanno fatto esperienza con attività in centri che offrono servizi per minori e ragazzi in una zona di prima periferia, affrontando ambienti e situazioni sociali differenti.

Tutti gli studenti hanno realizzato racconti video dell’esperienza all’estero, mostrando molta competenza anche nell’uso delle tecnologie e creatività, come nel caso di Marisol Djondo del Liceo Scientifico Da Vinci di Jesi che ha lavorato nella gestione amministrativa e informatica di una azienda che si occupa di mobilità internazionale che ma ha saputo raccontare anche la cultura della città del Flamenco, dove una sua compagna di avventura, Donia Bouchnak Diarrak dell’IIS Bonifazi di Civitanova Marche , ha vissuto un’inedita esperienza lavorativa presso il Museo delle Illusioni.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here