Il rock emergente e la musica underground e indipendente italiana fanno tappa al Satellite Musiclub di Rimini

221

Tra le novità assolute del club rock più amato della Romagna, un ricco calendario di appuntamenti da novembre a marzo 2023, per dare spazio ad artisti emergenti e ai protagonisti della storia del rock nazionale. Thomas Agostini: “Vogliamo che la musica dal vivo torni ad essere protagonista assoluta. Non solo dj set ma anche tanti concerti, tutti a ingresso gratuito”

 

Dopo l’apertura ufficiale del 31 ottobre scorso, con la storica festa di Halloween e il live dei The Loyal Cheaters, il Satellite Musiclub di Rimini annuncia la partenza di una nuova stagione 2022/2023 all’insegna della musica live. Un’offerta super ricercata per offrire al pubblico di tutto il centro Italia, concerti rock di band emergenti ma anche protagonisti indiscussi del panorama underground e indipendente nazionale.

“Siamo voluti ripartire con una nuova stagione a cadenza mensile _ dice il titolare Thomas Agostini _ promuovendo un calendario di appuntamenti di musica dal vivo, inedita e emergente. Vogliamo che si torni a vivere il nostro rock club già dal dopocena, per riscoprire i live, che saranno completamente a ingresso gratuito. Ogni serata sarà aperta dai concerti e poi la festa continuerà con il dj set in compagnia dei famosi Capoz, Accio e Fullnelson”.

Il calendario dei live per la stagione

–          Sabato 26 Novembre GIORGIO CANALI & ROSSOFUOCO

 

Dalla fine degli anni ’70 Giorgio Canali inizia a frequentare la scena musicale romagnola, dal punk alla ricerca sonora e alle sperimentazioni elettroniche, nel panorama in fermento della musica anarco/indipendente. Collabora con LitfibaGianni Maroccolo, con le produzioni di Beau GesteTimoriaCCCP, partecipa a progetti di CSIPGR e POST CSI. Tra Italia e Francia vive 5 anni l’avventura Noir Desir e dal ’98 ad oggi sono ben 9 gli album da lui pubblicati, tra i quali proprio “Giorgio Canali & RossoFuoco’. 

 

–          Sabato 17 Dicembre PETUNIA SAUCE

Un progetto forlivese nato da Lucas Leal, in arte Venus Wanderley (frontman, chitarrista, bassista e percussionista) e Pietro Ghini (sax, tastiere, basso e samples) che si sono conosciuti al conservatorio di Forlì. A questa loro chimica, si aggiungono gli ultimi ingredienti: le cantanti Lheila e Matilda. Il giusto compromesso tra pop, funky, bossanova, in una ricerca musicale approfondita e inedita.

 

–          Sabato 14 Gennaio PIERPAOLO CAPOVILLA E CATTIVI MAESTRI  

 

Un nuovo progetto musicale, una rock band nuova di zecca. Un suono senza compromessi. Una narrazione. Pierpaolo Capovilla (ex Teatro Degli Orrori) dopo un’esperienza da solista, torna sulla scena musicale alternativa con i Cattivi MaestriEgle Sommacal (Massimo Volume), Fabrizio Baioni (Drunken Butterfly, Leda) e Federico Aggio (Lucertulas), per far progredire il corposo materiale da lui ideato nel corso di numerosi anni di riflessioni.

 

–          Sabato 11 marzo COSMETIC

Cosmetic è una band indie-alternative rock nata nei primi 2000 sulle colline romagnole. Esplode nel 2007 con “Sursum Corda”, ‘Non siamo di qui’, ‘Conquiste’. Da sempre lo scopo della band è unire i suoni stranianti di band come My Bloody Valentine o Polvo, a forme più pop come Weezer o Ash, con un approccio ironico ed esistenziale alle liriche della lingua italiana. La loro storia vede gemme di noisepop, emo rock e shoegaze, aumentando l’utilizzo di synth e armonie vocali. Accezioni più leggere e dream pop, fino ai bombardamenti sonici. Sul palco ci sono Carletto Gei alla batteria, Alice al basso e voce, Straccia chitarra e synth (e coautore della maggior parte dei brani) e il padre fondatore Bart.

 

–          Sabato 1 Aprile EDDA

 

Stefano Rampoldi in arte Edda, indimenticato protagonista nei panni del cantante dell’esperienza Ritmo Tribale. Edda si rimette in gioco nel 2008 come solista ed è un ritorno che graffia il cuore. Si può indiscutibilmente parlare di nuova realtà della musica italiana, un aggiornamento al nuovo millennio della figura del cantautore.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here