Eurolls progetta la sostenibilità con una area attrezzata nel bosco e mini frutteto per un ambiente di lavoro

452
Nella foto: da sinistra Renato Railz e Matteo Querini, direttore della produzione

Il presidente Renato Railz: «Già in programma anche la realizzazione di spazi relax e di un asilo nido con personale a carico dell’azienda»

Una passeggiata attrezzata che porta nel bosco adiacente allo stabilimento, con panchine di sosta e, in uno spazio dedicato, piantumazione di alberi da frutto. Per chi? Per tutti i dipendenti della società e per tutti coloro che, arrivando in azienda per affari, avranno il piacere di ritemprarsi nei suggestivi luoghi di Attimis, una cittadina alle porte di Udine, vicino ai boschi che si dipanano fino in Slovenia.

È il nuovo progetto cui sta lavorando Renato Railz, il fondatore e presidente della friulana Eurolls, un nome della meccanica sui mercati internazionali, da sempre convinto che la sostenibilità sia un obiettivo cui tutti devono tendere a partire dalla quotidianità in cui operano. «Abbiamo sempre curato molto l’ambiente di lavoro – racconta -, perché fosse pulito, ordinato e naturalmente salubre. Sostenibilità, infatti, è rispetto per l’ambiente ma, prima ancora, per le persone che operano nell’impresa. Attento a rendere sostenibile ogni parte del processo produttivo e i prodotti che il Gruppo produce, Railz ora ha voluto procedere oltre, mettendo in programma una serie di interventi che, nell’arco di cinque anni, mirano a realizzare, a partire dal quartier generale di Attimis per poi diffondersi nelle altre sedi, spazi palestra e relax per i dipendenti e un asilo nido, con personale specializzato a carico dell’azienda.

La passeggiata attrezzata nell’area boschiva di Attimis rientra in questa progettualità «e la sua realizzazione ha già preso avvio, poiché è stato dato mandato a un soggetto specializzato di studiarne la realizzazione», aggiorna Railz.

Interventi che declinano la sostenibilità secondo una logica di welfare e benessere diffuso, una realtà in cui Eurolls crede in modo deciso. «Da imprenditore ho sempre tenuto molto alle condizioni di lavoro dei dipendenti, cercando di offrire anche qualcosa di più del dovuto», considera l’imprenditore, in attività da oltre trenta cinque. Un modo di intendere il rapporto tra datore di lavoro e lavoratore che sta dando i suoi risultati, non solo per la continua crescita che l’azienda ha avuto nei decenni, ma anche perché «da noi non ci sono importanti turn over. Le persone assunte solitamente restano a lavorare qui e crediamo che l’ambiente e il clima che offriamo possano essere un buon elemento d’attrazione». La passeggiata aggiungerà probabilmente appeal, snodandosi per circa ottocento metri tra un verde montano meraviglioso in cui sarà profittevole fermarsi a riprendere energia.

Eurolls, costituitasi nel 1987, è entrata inizialmente nel mercato con la produzione di rulli in carburo di tungsteno per l’industria del filo. Con l’evoluzione del mercato ha esteso, ha esteso la propria attività in settori diversi. Si è specializzata nello studio, consulenza e progettazione di attrezzature adatte anche al mercato della formazione di tubo, espandendo la propria capacità produttiva a tubi fino a 24” e oltre. Produce anche le cassette di laminazione, laminatoi, macchine per il traliccio, macchine speciali. Per mantenere il completo controllo del processo produttivo, ha introdotto nelle proprie strutture anche i trattamenti termici e la sinterizzazione di materiali come i carburi e la ceramica. Il Gruppo Eurolls ha chiuso il bilancio 2022 con un fatturato di 63 milioni. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here