Ecomondo 2023: ecosistema della transizione ecologica

535

Ecomondo, il Salone internazionale di Italian Exhibition Group (IEG) dedicato alle tecnologie industriali e ai servizi per l´economia circolare, aprirà i battenti della XXVI edizione dal 7 al 10 novembre 2023 in Fiera di Rimini con un nuovo payoff: The Ecosystem of the Ecological Transition

Ecomondo 2023 (Fiera di Rimini, 7-10 novembre 2023), la Manifestazione targata Italian Exibition Group (IEG), per la XXVI edizione si presenta al pubblico come ecosistema della transizione ecologica, riconfermandosi:
– punto di incontro per condividere le proprie idee con opinion leader e imprenditori, per confrontarsi con i massimi esperti di circular economy e fare networking con tutti i professionisti del settore;
– luogo in cui trovare soluzioni per migliorare il business, aumentare il fatturato e aggiornarsi sulle ultime normative internazionali;
– occasione per nuove idee e ispirazioni applicate al mondo dell’industria, dell’agricoltura, real estate, edilizia, riconversione di edifici pubblici in chiave sostenibile, al mondo dei trasporti e della logistica.

I cambiamenti climatici e i fenomeni naturali estremi impattano giorno dopo giorno sull’equilibrio della vita del pianeta. Accelerare la transizione verso l’economia circolare è necessario per realizzare gli obiettivi del Green Deal europeo ma anche per garantire una maggiore autonomia strategica dell’Europa e dell’Italia nell’approvvigionamento di materie prime.

Il 2023 sarà importante per l’attuazione degli investimenti (finanziamenti per gli impianti per l’economia circolare) e delle riforme (Strategia nazionale per l’economia circolare e Programma nazionale di gestione dei rifiuti) previste dal PNRR. A livello europeo proseguirà l’iter di attuazione del nuovo Piano di azione per l’economia circolare e del nuovo Programma industriale per il Green Deal.

L’Italia è tra i Paesi leader in Europa, tuttavia sono necessarie ulteriori politiche pubbliche efficaci e coerenti per sostenere la transizione ecologica con adeguate politiche industriali e fiscali, superare le barriere che ostacolano la circular economy, valorizzare pienamente le potenzialità.

Ecomondo costituisce il punto di incontro e di dialogo tra industrie, stakeholder, policy maker, opinion leader, autorità locali, mondo della ricerca e delle istituzioni e mette a sistema gli elementi chiave che definiscono le strategie di sviluppo della politica ambientale dell’Unione Europea. È l’evento internazionale di riferimento in Europa e nel bacino del Mediterraneo per le tecnologie, i servizi e le soluzioni industriali nei settori della green and circular economy.

Hub di ricerca e innovazione, Ecomondo offre informazione, condivisione e co-progettazione sulle policy del Green Deal europeo grazie alla creazione di partenariati pubblico-privati impiegati nella progettazione nazionale, europea e internazionale.

Nei 4 giorni di manifestazione saranno affrontati i temi legati allo stato di implementazione dei progetti faro PNRR e allo stato di adozione, a livello italiano, europeo e internazionale dell’economia circolare nelle principali filiere industriali, oltre al ripristino e la rigenerazione ecologica dei suoli e dell’idrosfera, delle coste e delle città circolari e salutari.

Ecomondo offre inoltre informazione e networking sui finanziamenti alla ricerca e innovazione, sulle nuove policy e approfondimenti sui nuovi linguaggi della comunicazione per favorire la transizione verso processi sostenibili e occasioni qualificate di formazione a tutti i livelli dalla pubblica amministrazione, ai liberi professionisti e ai manager operatori della sostenibilità.

Diverse sono le aree che vengono valorizzate all’interno di Ecomondo 2023, veri e propri distretti tematici ed espositivi tra cui spiccano il Textile District, e il PNRR Observatory che include RAEE District, Paper District e Plastic Value Chain.

A questi si aggiungono il cluster dedicato alla Blue Economy e la nuova area Innovation District di cui fanno parte i progetti start-up ma anche, per la prima volta nella storia di Ecomondo, l’area tematica e formativa dedicata ai green jobs in cui momenti di formazione e informazione si affiancano all’organizzazione di speed date per far incontrare domanda e offerta di lavoro.

Da una survey condotta nell’edizione 2022, risulta che:
– il 64,5% dei visitatori partecipa a Ecomondo per conoscere innovazioni;
– il 46,5% dei visitatori per trovare nuove soluzioni tecniche;
– il 44% per confrontarsi con gli operatori del settore.

A Fiera di Rimini, in contemporanea con Ecomondo 2023, torna Sal.Ve. il Salone biennale del Veicolo per l’Ecologia, organizzato in partnership con ANFIA, che mette in mostra l’intera gamma della produzione di allestimenti per veicoli industriali e speciali per la raccolta dei rifiuti e lo spazzamento stradale.

È la prima edizione, questa, in cui Ecomondo occuperà i 130.900 m2 di superficie espositiva del quartiere fieristico di Rimini, dopo che le energie rinnovabili hanno trovato con K.EY, svoltasi con straordinario successo alla sua prima apparizione il 22-24 marzo 2023, la loro autonoma collocazione nel calendario degli expo di settore.

Fiore all’occhiello di Ecomondo 2023, sarà ancora una volta l’ampio e qualificato Programma di conferenze, seminari ed eventi, già online messo a punto dal qualificato Comitato Tecnico Scientifico composto da 80 membri tra scienziati, tecnici, dirigenti e referenti di istituzioni nazionali, europee e internazionali, che approfondirà le principali novità a livello tecnologico, normativo e di mercato nei settori dell’economia circolare delle filiere biologiche e non biologiche, gestione della risorsa idrica ed environmental monitoring & control, economia rigenerativa e prevenzione dei rischi ambientali.

“IEG sta lavorando ad un importante progetto che parte dall’analisi dei bisogni attuali della nostra community – espositori, visitatori e stakeholders – con una declinazione digitale e fisica – ha dichiarato Alessandra Astolfi, Global Exhibition Director Green & Technology division di IEG, in una intervista rilasciata in vista della Conferenza nazionale sul Clima 2023 di cui IEG è tra i promotori – Il progetto prevede di migliorare l’accessibilità al nostro quartiere fieristico e rendere sempre più confortevoli gli spazi espositivi. Saranno potenziate le fermate dei treni in Fiera, verrà estesa la pista ciclabile che connette la nostra sede e il mare. E fra qualche anno sarà completato il ‘Metromare’ che collegherà la stazione di Rimini con la Fiera oltre ad altre importanti infrastrutture green che sono previste nei piani al 2030 per il territorio di Rimini. Inoltre, stiamo lavorando per implementare l’efficacia della nostra piattaforma digitale per rafforzare la Green Tech Insight community nell’ottica di raddoppiare le opportunità di informazione conoscenza e networking durante tutto l’arco dell’anno”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here