Autoproduzione energetica nel PNRR: soddisfatta la CNA di Ancona

271
Massimiliano Santini

CNA Ancona valuta favorevolmente e con soddisfazione l’accoglimento da parte del Governo del progetto presentato dalla Confederazione Nazionale dell’Artigianato per i sostegni all’autoproduzione di energia

Le modifiche al PNRR approvate dalla cabina di regia a Palazzo Chigi recepiscono alcune proposte presentate dalla CNA oltre un anno fa per accelerare la capacità di messa a terra delle risorse rispettando le scadenze del Piano.

L’iniziativa incentiva l’autoproduzione di energia, utilizzando i tetti dei capannoni delle imprese, con uno stanziamento di 6,3 miliardi di euro destinato al sostegno delle attività produttive, in particolare delle piccole e medie imprese, che costituiscono l’ossatura portante dell’economia italiana.

Oltre a velocizzare la capacità di spesa, la misura offre l’opportunità di accelerare il processo della transizione green, attivando ingenti investimenti aggiuntivi da parte delle imprese private con il risultato di uno straordinario effetto leva a beneficio dell’intera economia.

Secondo stime della CNA possono essere coinvolte circa 200mila micro e piccole imprese con una nuova potenza installata di quasi 9 GW, senza consumare territorio. Una misura che, sulla base dei dati attuali, può far risparmiare circa 15.000 euro sulle bollette, con un andamento crescente negli anni successivi.

“Apprezziamo il riconoscimento del nostro progetto sull’autoproduzione di energia. Continueremo a lavorare per sostenere le attività produttive e promuovere interventi volti all’efficienza energetica e alle fonti rinnovabili – ha sottolineato il direttore CNA Ancona, Massimiliano Santini -. Continueremo a lavorare a tutti i livelli per garantire una ripartizione equa delle risorse, che favorisca lo sviluppo economico e sociale dell’intero territorio italiano.”

Fonte: Ufficio Comunicazione CNA Ancona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here