Mia la nuova ammiraglia Adria Ferries

529

Presentazione della nuova nave del Gruppo nel Porto di Ancona. Imprese e istituzioni insieme per lo sviluppo dello scalo dorico.

Alberto Rossi: “La nave giusta al momento giusto, 60 milioni di investimenti solo nel 2023 e altri 20 nei prossimi due anni. Dati alla mano si chiude un anno particolare per la portualità italiana che è stato influenzato dai conflitti in corso. Nonostante questo i dati del Gruppo sono positivi. Quello più soddisfacente? Le nuove assunzioni, i tanti giovani e il loro entusiasmo all’interno delle aziende”

Dopo il viaggio inaugurale sulla rotta Durazzo – Ancona del 4 dicembre 2023, ieri sera si è tenuto al Porto di Ancona l’open day e relativa cena di augurio per le imminenti festività natalizie, della nave “AF Mia” new entry in flotta e ammiraglia per la compagnia armatoriale Adria Ferries. Una serata molto partecipata che ha visto l’incontro del mondo della portualità con quello delle istituzioni e, naturalmente dei tanti collaboratori che hanno reso, in tempi record, perfettamente operativa questa ro/pax.

“AF Mia” il reblading per l’efficientamento dei consumi, una nave che strizza l’occhio al settore cruise

Con una lunghezza di circa 200 metri, velocità massima pari a 25 nodi, capacità passeggeri di oltre 1.600 persone, dotata di 190 cabine di cui 9 deluxe, 2 bar, 1 disco bar, self-service, ristorante, negozi di bordo, sale poltrone e aree giochi per i piccoli, il nuovo traghetto strizza l’occhio più alle navi del settore cruise. Particolare attenzione è stata dedicata all’ambiente poiché “AF Mia” è dotata di eliche di nuovissima generazione che permettono alla nave di raggiungere velocità ragguardevoli, ma con un consumo di carburante e relative emissioni estremamente ridotti. Un elemento tecnico che si integra, sempre in un’ottica di sostenibilità con le vernici energy saving e 4 nuovi scrubber che ne migliorano il sistema di pulizia dei gas di scarico dei motori abbattendo la concentrazione dei microinquinanti nell’aria. Grande attenzione anche per le persone diversamente abili che potranno godersi il viaggio in completa autonomia grazie ai tanti sistemi e servizi predisposti dal personale imbarcato.

Alberto Rossi, i dati del Gruppo: aumentano i fatturati ed il numero degli addetti, fra questi molti giovani

“La nave giusta al momento giusto – ha dichiarato durante la serata il dott. Alberto Rossi amministratore delegato di Adria Ferries e Presidente di FMG Group – per rafforzare i traffici sulla rotta Italia – Albania. Da un punto di vista tecnico interpreta quello che il mercato richiede. Non è troppo orientata né verso il servizio passeggeri né verso il traffico merci, soddisfacendo comunque entrambe le necessità. Velocità di 25 nodi, 4 motori, 60.000 cavalli, senza dimenticare l’impatto ambientale di 5 volte inferiore rispetto al limite stabilito dalla norma internazionale. In uno scenario in continuo mutamento come quello del trasporto marittimo è necessario precorrere i tempi. Tutto il nostro Gruppo si sta muovendo su più direttrici e questo 2023 che volge alla fine ci ha visto operare su molti livelli. Dati alla mano si chiude un anno particolare per la portualità italiana che è stato influenzato dai conflitti in corso. Nonostante questo i dati del Gruppo sono interessanti e, malgrado una leggera flessione del traffico passeggeri per la destinazione Grecia, tutti gli altri flussi (merci, container, ro-ro, rinfuse ndr) tipici del nostro scalo che, tengo a sottolinearlo è poliedrico per scelta, sono positivi, così come i dati di fatturato che aumentano rispetto lo scorso anno. Accrescono di oltre 130 unità anche gli addetti delle nostre aziende, di cui moltissimi giovani, e questo a oggi è il dato che mi rende più orgoglioso ed entusiasta nel proseguire insieme questo percorso imprenditoriale nel futuro. A febbraio del 2023 abbiamo presentato in occasione dei nostri 120 anni il progetto Eagle. In questi mesi abbiamo già ristrutturato il capannone di 2.000 metri, a giugno 2025 sarà consegnato il secondo capannone di 2.500 metri quadrati e sono in corso le varie fasi di approvazione e rilascio degli strumenti urbanistici per iniziare la costruzione dei prossimi 11.000 metri quadri al 31 dicembre del 2025 la struttura sarà pronta”.

AF MIA

A bordo di Mia anche il Presidente di Adria Ferries Mauro Maia, in rappresentanza del fondo che è entrato nel capitale della Società con una partecipazione di minoranza: “Adria Ferries è un importante investimento per Banca Intesa. Dall’inizio del nostro viaggio insieme abbiamo confidato nelle capacità dell’imprenditore Alberto Rossi. Oggi la nave Mia è perfetta, tirata a lucido, completamente diversa rispetto al suo stato al momento dell’acquisto”.

Istituzioni vicine e unite per lo sviluppo dello scalo dorico

Presente all’iniziativa anche il Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli e il Sindaco di Ancona Daniele Silvetti, un elemento significativo che ha sottolineato la profonda vicinanza delle istituzioni al mondo dell’infrastruttura portuale e al cluster marittimo. Due interventi che si sono integrati in una visione condivisa dello sviluppo economico ed infrastrutturale del Porto di Ancona che, come è stato sottolineato, è un grande hub cui le ripercussioni economiche di filiera si estendono ben al di là della città capoluogo di regione.

I nuovi progetti fra sostenibilità, comunicazione e intelligenza artificiale

I manager del Gruppo si sono poi alternati nella presentazione dei vari progetti, tra cui i futuri investimenti sul fronte sostenibilità elencati dal direttore generale di Frittelli Maritime Group S.p.A. dott. Roberto Mataloni, dalla dott.ssa Costanza Mignanelli responsabile comunicazione dalla dott.ssa Michela Rossi che ha presentato un innovativo progetto di intelligenza artificiale denominato Deep Blue: un algoritmo di pricing dinamico per coniugare domanda e offerta per il cliente.

Gabriele Costantini

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here