CS Codici e Aeci: la vittoria nella class action contro Costa è un segnale importante per chi trascorre una crociera da incubo

244

Un successo prezioso per chi ha protestato per una crociera da ricordare a causa dei disagi vissuti ed anche per chi potrebbe ritrovarsi in situazioni simili

Perché sa che ci sono diritti da far valere. Questo il significato della vittoria ottenuta dall’associazione Codici nella class action contro Costa Crociere relativa alla vacanza dell’agosto 2019 “Grecia nel cuore” a bordo della nave Victoria. Il Tribunale di Genova ha disposto il risarcimento per i viaggiatori assistiti da Codici, protagonista della prima class action nel settore crociere ad essere stata dichiarata ammissibile in Italia. E in corso ce n’è un’altra, sempre nei confronti di Costa ed anche questa dichiarata ammissibile dal Tribunale. L’azione riguarda la vacanza “Le perle del Caribe” del dicembre 2017 a bordo della Pacifica, segnata dalla cancellazione di tre tappe e da lacune comunicative.

 

“Sempre più persone decidono di trascorrere una vacanza in crociera – dichiarano Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici, ed Ivan Marinelli, Presidente di Aeci – e scelgono viaggi attirati da pacchetti turistici affascinanti. Vacanze da sogno che a volte, però, si trasformano in un incubo. E qui è importante sottolineare che non bisogna subire passivamente disagi e disservizi. La modifica peggiorativa dell’itinerario, ad esempio, non deve essere considerata come un imprevisto che ci può stare. La normativa parla chiaro. Ci sono diritti da far valere e la vittoria nella class action per la crociera del 2019 con Costa Victoria in questo senso è molto importante. Per associazioni come le nostre che si battono per tutelare i diritti dei cittadini è una spinta per proseguire su questa strada, per chi si imbarca per una crociera spensierata e trascorre giorni in nave tra disagi e problemi deve essere uno stimolo a far sentire la propria voce, a segnalare per ottenere il giusto risarcimento”.

 

In caso di disagi e disservizi in una crociera è possibile rivolgersi alle associazioni Codici ed Aeci per richiedere assistenza al fine di far valere i propri diritti e richiedere rimborsi e risarcimenti. Per quanto riguarda Codici, è possibile contattare il numero 065571996 oppure scrivere all’indirizzo segreteria.sportello@codici.org.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here