Presentato oggi il Rapporto Eco Media 2023, la parola che compare più di frequente è alluvioni

266

Presentato oggi il Rapporto Eco Media 2023 (online su www.osa-ecomedia.it/research/) sulla copertura delle notizie su ambiente e sviluppo sostenibile da parte dei media italiani, durante il 10° Forum ‘L’informazione ambientale in Italia, verso il Green New Deal’, promosso da Pentapolis Institute ETS ed Eco in Città, con il sostegno del Parlamento Europeo – Rappresentanza in Italia, insieme all’Ordine nazionale dei Giornalisti e alla Fieg – Federazione italiana editori giornali, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e con l’Adesione del Presidente della Repubblica.

Il monitoraggio, redatto da Volocom, con il supporto scientifico di Green Factor, si è svolto dal 1° ottobre 2022 al 30 settembre 2023 sui palinsesti stampa, web, tv e radio; i dati sono stati estrapolati da un flusso alimentato da oltre 4 milioni di notizie al giorno e composto da oltre 200mila fonti complessive. Si è utilizzato il solo palinsesto di fonti italiane, nello specifico: stampa: 440; web: 12.088; radio: 121; tv: 121.

1 milione di articoli in un anno e, tra le tematiche analizzate, emerge la predominanza del cluster “crisi” che indica – in maniera più ampia – i temi del cambiamento climatico e della crisi ambientale. Raggiunge un picco di citazioni – per quanto concerne il 2022 – a novembre, mentre si segnala maggio 2023 come il più alto picco dell’anno (oltre 150.000 citazioni). A seguire, troviamo tra le tematiche più trattate energia, economia, biodiversità, risorse, Istituzioni e società.

Il tema trasporti è invece quello che riscuote in assoluto minor successo mediatico, non soltanto considerando tutti i palinsesti, ma anche all’interno dei palinsesti singoli.

A mostrare un interesse maggiore è il web (67% delle citazioni totali), seguito dalla stampa (20%). Il palinsesto televisivo con il 9% delle trasmissioni, prevale su quello radiofonico (4%).

La parola che compare più di frequente è “alluvioni”. Il dato non stupisce, considerando che il 2023, soprattutto nei primi 6 mesi, le ha viste purtroppo protagoniste dei fatti di cronaca, in particolare a maggio per quanto accaduto in Emilia-Romagna.

La fonte stampa più prolifica è Avvenire.

Per il web, troviamo come quotidiani principali ilrestodelcarlino.it, repubblica.it, lastampa.it e lanazione.it. Seguono all’interno della classifica delle 20 fonti top, LiberoQuotidiano.it, ilsecoloxix.it, Affari Italiani e ilgazzettino.it.

Per la tv, dedicano un maggior numero di trasmissioni al cluster “crisi”, RaiNews, SKYTG24, Rai3, TGCOM24, LA7 e Telenorba.

Per le radio Radio24, Radio1, Giornale Radio, Radio Radicale e Radio Popolare.

Dal report emerge inoltre che è meno presente il tema delle energie rinnovabili e, quando si tratta di energia, i media si concentrino prevalentemente su quelle che possono essere definite “risorse” – come idrogeno e gas – o sulle infrastrutture come, per esempio, i rigassificatori.

 

Il percorso italiano sul doppio binario del Green New Deal e dell’Agenda 2030 è ancora un po’ in ritardo, nonostante segnali incoraggianti. Sono necessarie strategie condivise, politiche integrate, azioni concrete e un’informazione all’altezza del compito” – afferma il direttore Massimiliano Pontillo, presidente di Pentapolis Group – È importante sottolineare un crescente impegno della società civile, delle imprese e da qualche tempo del mondo della finanza; la nostra società, anche grazie al recente dinamismo dei giovani, ha ormai preso coscienza dei problemi che abbiamo di fronte e domanda interventi urgenti, che operino una giusta transizione ecologica: in questo scenario, i media hanno un ruolo molto importante, decisivo, di formazione e accelerazione nel centrare i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile“.

 

Nel corso della mattinata è stato conferito il Premio Pentapolis “Giornalisti per la Sostenibilità”, quest’anno per la prima volta sono state premiate anche le agenzie stampa. Di seguito le vincitrici e i vincitori:

 

CARTA STAMPATA

  • Premio Assoluto > Marco Cattaneo, Le Scienze e National Geographic Italy
    • Menzioni Speciali > Edoardo Vigna, Pianeta 2030 (Corriere della Sera) e Sonia Giuliodori, Funny Vegan

 

WEB

  • Premio Assoluto > Simona Cardillo, Ohga
    • Menzione Speciale > Rossella Vignoli, TuttoGreen

 

RADIO

  • Premio Assoluto > Sonia Filippazzi, RAI Radio 1
    • Menzione Speciale > Valeria Manieri, Radio Radicale

 

TV

  • Premio Assoluto > Donatella Bianchi, RAI 1
  • Menzione Speciale > Domenico Iannacone

 

AGENZIE STAMPA

  • Premio Assoluto > Stefania De Francesco, ANSA
    • Menzioni Speciali > Loredana Errico, Adnkronos e Tommaso Tetro, LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here