Ecco Triage Tech, il pronto soccorso ingegneristico per le aziende

205
Sicurezza, ambiente, prevenzione incendi rappresentano sfide continue per le aziende: lì dove la normativa evolve velocemente e i rischi si fanno più grandi. La cronaca, con l’ultimo incendio dell’ospedale di Tivoli, ha mostrato quanto basti poco per arrivare a una tragedia. Manutenzione degli impianti, sistemi di sicurezza, adeguamenti di legge, quanto tutto questo è determinante? Esiste un triage per le imprese, attivo h24 che funziona come un vero e proprio Pronto Soccorso: si tratta di una piattaforma gestionale con un servizio di messaggistica istantanea che nel 2024 sarà implementata con l‘intelligenza artificiale applicata all’ingegneria e “in tempo zero (T0) si potrà offrire un primo supporto alle aziende”. Lo annuncia alla Dire l’ingegner Alfonso Amato di Polis Consulting, azienda che studia e progetta nuove soluzioni di ingegneria e di architettura per innovare e rinnovare spazi urbani e mondo delle imprese.
“L’idea progettuale è nata da anni di consulenza che offriamo a grandi clienti che hanno bisogno di un supporto specialistico d’ingegneria rapido ed efficiente- spiega Amato- La burocrazia diventa sempre più difficile, le normative sono sempre di più e in aggiornamento continuo e nasce l’esigenza di offrire una piattaforma di gestione chiamata appunto Triage Tech che offre un primo soccorso ingegneristico grazie all’archiviazione digitale dei documenti, sicura, veloce in cui elemento fondamentale è la messaggistica. Il cliente può messaggiare all’istante con un professionista. Nel 2024- ecco la novità- grazie all’intelligenza artificiale sarà possibile dare un primo supporto in un tempo zero e successivamente il soccorso potrà essere gestito da una persona fisica”. L’esperto sottolinea come l’intelligenza artificiale possa portare all’ingegneria del futuro, adeguatamente monitorata e senza sostituire il professionista “che resta al centro” del processo.
Come funziona? “Ad ogni richiesta sarà assegnato in automatico un codice, come in Pronto Soccorso- spiega Amato- e viene dato un primo supporto per istruire la pratica. Poi, proprio come una prima diagnosi, questa prima consulenza non sarà vincolante e si potrà decidere se affrontare gli step successivi o meno”. Piena libertà quindi per le aziende e massima rassicurazione per le loro urgenze: è in questa formula l’innovazione del triage tech.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here