Turismo: è grazie al piccolo e grande schermo che ci facciamo conoscere nel mondo

1236

I nostri territori evocati nel cinema ed in televisione stimolano sempre di più la promozione del turismo e del viaggio in Italia. A metterlo in evidenza è Vamonos-Vacanze.it, il tour operator specializzato in viaggi per single.

«La potenza suggestiva del cinema sul grande e piccolo schermo si fa narrazione e stimola l’immaginazione, invogliando i cittadini di tutto il mondo a visitare il nostro Paese» sottolineano gli specialisti di Vamonos-Vacanze.

«Sono i nostri film —proseguono— la migliore “pubblicità” per promuovere il turismo made-in-Italy, trasformando i nostri luoghi in finestre del lifestyle e delle eccellenze del nostro Paese».

Secondo Vamonos-Vacanze, il cinema rappresenta infatti una forma di comunicazione fondamentale per attrarre un pubblico ampio, segmentato per target ben definiti e per aree geografiche di specifico interesse per ciascun segmento, fascia di età e profilo culturale.

«D’altra parte, le nostre città ed i nostri paesaggi rappresentano da sempre il palcoscenico di film che sono entrati nella storia del cinema mondiale» ricordano gli specialisti di Vamonos-Vacanze.

«Un film —proseguono— è sempre l’inizio di un viaggio: scenari ed ambientazioni predispongono al viaggio e ne anticipano le emozioni. Legare cinema e luoghi d’Italia è il migliore strumento di promozione dell’immagine italiana nel mondo: fa leva su un linguaggio semplice, immediato, globale e pervasivo».

Ancora oggi molte produzioni internazionali scelgono il nostro Paese per girare film di grande successo. Con i suoi scenari romantici, con la sua storia millenaria e con le sue città d’arte, la nostra Penisola ha ospitato produzioni di tutti i tipi, facendo da sfondo per capolavori su pellicola dagli Anni Quaranta ad oggi.

Del secolo scorso Vamonos-Vacanze ricorda in particolare: Roma città aperta (1945), Vacanze romane (1953), La dolce vita (1960), Il Gattopardo (1963), Colpo all’italiana (1969), Il Padrino (1972), Novecento (1976), Camera con vista (1985), La vita è bella (1997), Nuovo Cinema Paradiso (1988), Il Postino (1995), Un tè con Mussolini (1999), Il talento di Mr. Ripley (1999).

Mentre di questo nuovo millennio Vamonos-Vacanze ricorda, tra gli altri: Il Gladiatore (2000), Sotto il sole della Toscana (2003), Baarìa (2009), Letters to Juliet (2010), Mangia prega ama (2010), The Tourist (2010), To Rome with Love (2012), La grande bellezza (2013), Chiamami col tuo nome (2016), I due papi (2019), La vita davanti a sé (2020), È stata la mano di Dio (2021), La Sirenetta (2023).

L’Italia è anche da sempre la location europea più gettonata dai registi di Hollywood per girare un film. Ed attraverso queste produzioni ad altissimo budget le immagini ed i racconti si trasformano in un “product placement geografico” che esercita un immenso potere attrattivo ed empatico, potentissima chiave di volta per promuovere il nostro turismo.

«Prende, infatti, sempre più piede la tendenza a scegliere come meta delle vacanze una località conosciuta attraverso il piccolo o il grande schermo» dicono gli specialisti di Vamonos-Vacanze.

È grazie al grande cinema che l’Italia, attraverso le pellicole, è apprezzata oggi in tutto il mondo. Un trend che si sta rivelando ancora adesso molto efficace. Tant’è che —secondo i dati del Ministero del Turismo— il recentissimo film La Sirenetta di Rob Marshall ha generato effetti positivi sui flussi turistici in Italia: la Sardegna, dove sono state girate diverse scene del film, ha registrato un’impennata di richieste di prenotazioni dall’estero del 216%.

Sempre secondo il ministero, Napoli —con il film Napoli Velata e la serie L’amica geniale— continua a confermarsi molto attrattiva e a figurare tra le principali destinazioni italiane per cine-turismo.

Senza dimenticare la miniserie The White Lotus, girata interamente in Sicilia, che è considerata tra i maggiori vettori del boom di turisti internazionali, soprattutto inglesi e americani, nella nostra Isola.

E proprio al nostro territorio Vamonos-Vacanze.it dedica la maggior parte della sua attenzione, avendo stabilito le sue roccaforti in location uniche come Pugnochiuso (Puglia), San Teodoro (Sardegna) o Favignana (Sicilia) che un campione di 2 mila iscritti alla community ha stabilito essere i migliori comuni balneari del nostro Paese.

Un sondaggio a risposte multiple, realizzato dall’Ufficio Studi di Vamonos Vacanze in modalità CATI su un campione di 2 mila persone maggiorenni di entrambi i sessi, rappresentativo della popolazione italiana nelle diverse regioni ad un livello di confidenza del 95% con un margine di errore del 2,08%, vede infatti classificarsi al primo posto la Puglia, con la spiaggia di Pugnochiuso nel Comune di Vieste.

Situato sulla costa tra Vieste e Mattinata a 20 km dalla cittadina viestana, Pugnochiuso è un centro turistico che è anche la roccaforte di Vamonos-Vacanze.it. Il resort fu fortemente voluto da Enrico Mattei che scoprì queste baie verdeggianti sorvolando la costa del Gargano nel lontano 1959; così —negli Anni Sessanta del secolo scorso— prese il via l’industria del turismo sul Gargano.

«Ora è una delle località più richieste da chi preferisce l’undertourism: la spiaggia di Pugnochiuso —lunga appena 200 metri, con il suo fondale sabbioso circondato dal verde— sorge infatti all’interno della struttura ricettiva ed è quindi accessibile solo attraverso il resort o via mare. Molto suggestivo anche il panorama che si riesce a vedere dalla poco distante Torre dell’Aglio» commentano gli esperti di Vamonos-Vacanze.it.

Al secondo posto della classifica dei 10 migliori comuni balneari italiani troviamo invece San Teodoro, in Sardegna. San Teodoro è un comune “sparso” che conta con meno di 5 mila abitanti, in provincia di Sassari, tra la regione storica della Gallura e quella della Baronia, che sorge nell’immediato entroterra alle pendici orientali del massiccio di monte Nieddu.

«Se hai voglia di Caraibi a pochi passi da casa, di lasciarti dondolare da acque cristalline e di condividere esperienze uniche, questa è la meta giusta per te» dicono gli specialisti di Vamonos-Vacanze.it che a San Teodoro hanno stabilito un’altra delle loro roccaforti, presso un incredibile resort a pochi passi da Cala Brandinchi.

Al terzo posto si colloca Favignana, comune totalmente insulare che fa parte del libero consorzio comunale di Trapani in Sicilia. Il suo territorio corrisponde all’arcipelago delle Isole Egadi, comprendente le isole “maggiori” di Favignana, Levanzo e Marettimo e gli isolotti minori di Maraone e Formica.

E proprio a Favignana ed alle Isole Egadi —per chi veramente ama il mare— Vamonos-Vacanze.it propone delle meravigliose settimane in barca a vela. «Salpiamo da Marsala, città ricca di storia e di spiagge dalla sabbia fine e dal mare cristallino, ed andremo a caccia di splendide calette e delle baie più suggestive dell’arcipelago. A Favignana ci tufferemo a Cala Rossa ed a Cala Azzurra. Poi a Levanzo —oltre alle innumerevoli calette, tra cui Cala Fredda, Cala Minnola e Cala Tramontana— esploreremo la meravigliosa Grotta del Genovese e proseguiremo poi il nostro viaggio alla scoperta dell’isola di Marettimo con i suoi paesaggi mozzafiato. A Favignana sbarchiamo anche la sera, per godere della sua vita notturna» dicono i responsabili del tour operator.

Ma tra le preferenze dei vacanzieri italiani, al quarto posto c’è anche Rimini, molto gettonata da chi invece preferisce “gettarsi tra la folla”. Meta d’eccellenza per gli amanti dell’estate tipica romagnola, fatta di tanto divertimento, buon cibo e spiagge senza fine.

Poi ancora al quinto posto troviamo Bibione, in Veneto, con il suo mare pulito e cristallino e la sua spiaggia accogliente e ben attrezzata che ne fa una località di punta di tutto il Nord Italia.

E sesto è il Comune di Cavallino-Treporti, un altro comune “sparso” della nostra Penisola, che conta con poco più di 13 mila abitanti, sempre in Veneto, nell’ambito della Città Metropolitana di Venezia. «La sua spiaggia lunga ben 15 chilometri è delimitata da due fari, quello di Cavallino e quello di Punta Sabbioni: con i suoi 6 milioni di visitatori annuali è una delle spiagge più frequentate d’Italia» sottolineano gli analisti di Vamonos-Vacanze.it.

Al settimo posto si colloca un altra spiaggia chilometrica, quella del Comune di Jesolo, meta preferita dell’Alto Adriatico, che offre ogni genere di servizio. La sua spiaggia si estende dal Porto di Piave Vecchia al Porto di Cortellazzo, passando a metà percorso per la Pineta, dove è possibile godersi un po’ d’ombra e di aria fresca.

Ottava è quindi la spiaggia di Mondello, una frazione litoranea del Comune di Palermo, rinomata località balneare fin dai secoli scorsi con la sua moltitudine di ville liberty nelle vicinanze della spiaggia. «Il meraviglioso paesaggio naturale completa la cornice di questo angolo di Sicilia irrinunciabile per gli amanti dell’estate» evidenziano gli esperti di Vamonos-Vacanze.it.

Nono —sempre in Sicilia, tra Trapani e Palermo— è il Comune di San Vito Lo Capo, località balneare del libero consorzio comunale di Trapani che sorge all’estremità ovest del golfo di Castellammare delimitandone l’inizio della vasta insenatura che da Capo San Vito si apre fino a Capo Rama. Il Comune è famoso anche perché ospita — durante l’ultima settimana di settembre— il celebre «Cous Cous Fest», rassegna internazionale di cultura enogastronomica del Mediterraneo durante la quale si svolge la gara gastronomica internazionale che vede impegnati i più grandi chef di cous-cous di tutto il mondo.

E chiude la classifica —al decimo posto— il Comune di Lignano Sabbiadoro, in Friuli-Venezia Giulia al confine con il Veneto, con le sue spiagge dorate attrezzate per ogni situazione ed il suo mare turchese intenso: «un vero paradiso lungo oltre 8 chilometri dove rilassarsi e godersi l’estate» concludono gli specialisti di Vamonos-Vacanze.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here