Ancona, 2023, per la giunta 7 mesi di ricognizione

371

Si è svolta questa mattina in Comune la conferenza stampa di fine anno del Sindaco di Ancona, Daniele Silvetti. “Sono stati sette mesi di ricognizione. di studio, di approfondimento e di presa d’atto non solo della città ma anche della macchina comunale. Una ricognizione importante e approfondita, complessa se poi teniamo conto della situazione di tante società partecipate e le loro prospettive. Ma è stata una verifica che lascia ben sperare per il futuro del capoluogo: abbiamo le idee molto chiare da questo punto di vista, con azioni di sviluppo e di rilancio della città, capoluogo di regione.

Questa à l’ottica della Grande Ancona che ci vede protagonisti negli eventi, nelle attività, nello sviluppo che vogliamo dare al nostro territorio e soprattutto nel sostenere le vocazioni di Ancona. Tra queste il turismo che per noi rappresenta la grande sfida insieme a quella culturale. Iniziative in programma a sostegno del turismo, facendo diventare Ancona sede di appuntamenti nazionali, coniugando pure il turismo in tutte le sue versioni, soprattutto con un occhio di riguardo per lo sport e ambiente perchè Ancona è sempre più capitale del Conero, città punto di riferimento a livello naturale e culturale”.

Tra i primi obiettivi raggiunti aver messo in sicurezza la società di trasporto pubblico locale Conerobus, aver dato una prospettiva ad Anconambiente come società leader nella gestione dell’ambiente e igiene urbana e aver messo in condizione la città di essere di nuovo attrattiva.

L’abbiamo visto con alcuni eventi: Festa del mare, notte bianca, lo stiamo vedendo nel Natale; c’è una attrattività nuova che ci vede tutti lavorare, attorno allo stesso tavolo insieme alle attività produttive. Per quanto riguarda i Borghi, abbiamo cominciato a coinvolgerli con attività culturali, di intrattenimento e stiamo predisponendo dei piani di recupero e riqualificazione urbanistica volti a migliorare la qualità della vita in quelli che sono pezzi autentici di storia della città, cinta di trasmissione con l’area metropolitana”.

Un ringraziamento particolare il primo cittadino lo ha rivolto a tutta la squadra di governo della città, agli assessori che con il loro contributo e la loro attività hanno sostenuto questi primi sette mesi. “Ancona sarà protagonista del 2024 a ottobre con il G7 Salute, divenendo una città cornice e quadro per eventi anche di livello internazionale.

Questa nostra idea della Grande Ancona – ha proseguito Daniele Silvetti – è basata sulle enormi potenzialità di questa città; per questo abbiamo messo in piedi anche

nuovi rapporti con le istituzioni, come con la Soprintendenza ai beni culturali per rendere di nuovo disponibili degli spazi per la città importantissimi come l’anfiteatro.

Con l’Autorità Portuale con la quale stiamo lavorando a diverse iniziative con una rinnovata intesa (ad esempio il presepe di questi giorni ne è una manifestazione) anche per la prossima estate con maggiore attenzione allo sviluppo della zona del Porto Antico ma anche alla cantieristica, alla pesca, al mondo delle crociere. Faremo questo insieme, di comune accordo, con obiettivo principale la tutela e la qualità della vita della città”.

Un passaggio è stato dedicato dal primo cittadino al rapporto con la cittadinanza ricordando come sono state svolte riunioni nei quartieri, incontri di ascolto “attività di una Giunta che si è sempre messa in gioco ogni giorno, consapevole che il mandato che ha ricevuto è di carattere storico”.

La città può essere punto di riferimento, ha detto Silvetti, se messa in condizioni grazie ad interventi su spazi e strutture, grazie anche al sostegno da parte della Regione Marche.

Con quest’ultima abbiamo un rapporto concreto e un colloquio continuo – ha detto Silvetti – già acclarato con la messa in sicurezza di alcune situazioni e l’intervento per esempio su Conerobus. Il prossimo anno vedrà anche il primo assestamento di bilancio con fondi che arriveranno proprio dalla Regione da cui già sono arrivati 3 milioni per il trasporto pubblico locale ma arriveranno altri 2 milioni di risorse per effettuare interventi sulle manutenzioni e l’arredo urbano così come saranno resi disponibili fondi per la cultura”.

Riguardo alla questione sanità il primo cittadino ha garantito massima attenzione “dobbiamo renderci conto della situazione esistente: la popolazione di Ancona per oltre un quarto ha 65anni quindi occorre ripensare anche il sistema socio sanitario e di sostegno alle fasce più deboli”.

Cantieri: nel medio e lungo termine, da qui ai prossimi due anni, la città sarà cantierizzata Biblioteca, Mole, Mercato delle Erbe, Piazza d’Armi contenitori che sono interessati da lavori grazie ai fondi PNRR “ai cittadini – ha detto Silvetti – chiediamo comprensione per eventuali disagi ma siate consapevoli che stiamo lavorando per fare evolvere la città. Nelle nuove strade e nuove manutenzioni con Vivaservizi, con i quali ci siamo confrontati sulle attività di ammodernamento dei sottoservizi in più punti della città anche nelle zone dei periferiche”.

Infine il tema della sicurezza, sulla quale la Giunta manitiene alta l’attenzione anche attraverso la crescita della Polizia Locale dorica che vedrà sempre più marcato il suo ruolo sul territorio e che da febbraio avrà il suo regolamento del corpo.

Vento nuovo anche per il mondo della cultura, con una nuova programmazione che comincia ad acquisire una sua fisionomia e un sostegno specifico anche da parte della Regione e anche il confronto continuo con le associazioni culturali (due riunioni negli ultimi mesi) permetterà di mettere in campo un cartellone unico e attrattivo anche per l’intrattenimento estivo.

Crediamo in Ancona città universitaria, con i suoi 16.500 studenti e carente di posti letto ma sempre più presente sul nostro territorio in maniera capillare e con un ruolo sempre più da protagonista e per la quale l’Amministrazione metterà in campo ogni sforzo per garantire i servizi” ha concluso il primo cittadino di Ancona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here