Concorso “Fattore Q” della Regione Marche per la riqualificazione di spazi urbani

243

“Ultimo atto del concorso di progettazione per la riqualificazione degli spazi urbani dei territori interni, un’iniziativa che ha riscosso un successo inaspettato soprattutto in termini di partecipazione, sia da parte dei Comuni coinvolti che dei professionisti. La Regione Marche si colloca all’avanguardia nel diffondere la cultura della progettazione a supporto dei sindaci e in partnership con i professionisti. Un vero e proprio cambio di passo impresso dalla Giunta, che investe sulla qualità dei progetti per dare corpo ad una visione complessiva delle infrastrutture, elemento colpevolmente mancato nelle precedenti amministrazioni. Perché chi non progetta non può avere una visione, chi non ha visione non ha futuro”.

È il commento dell’assessore alle Infrastrutture e ai Lavori Pubblici Francesco Baldelli, in merito alla conclusione del concorso “Fattore Q” della qualità per la riqualificazione degli spazi pubblici, organizzato in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri delle Marche e Federarchimarche, giunto alla fase dell’assegnazione degli incarichi agli architetti vincitori.

Presidente degli Architetti, Viviana Caravaggi Vivian: “Il concorso di progettazione è una procedura che per sua natura produce effetti di qualità nella trasformazione del territorio, che passa dalla ricostruzione di pezzi di città alla rigenerazione di aree interne, con una grande varietà di soluzioni progettuali che appartengono a tutta la comunità. Abbiamo la sensazione che, con la Regione Marche ed in particolare con l’assessore Baldelli, sia stato avviato un percorso virtuoso di cui il concorso costituisce una pietra miliare importantissima, attraverso il quale si sta affermando che l’architettura di qualità contribuisce ad un futuro maggiormente sostenibile che punto a migliorare la vita delle persone”.

Qualche numero: 111 Comuni coinvolti, un terzo dei quali hanno presentato progetti per lo sviluppo economico e sociale dei propri territori finalizzati a valorizzare spazi pubblici, tra cui piazze, belvederi, terrazze, spazi verdi, idee per il riuso e la rifunzionalizzazione di aree e di strutture edilizie esistenti da destinare a servizi socio-culturali, educativi e didattici e alla promozione di attività culturali, sportive, economiche e turistiche.

Dopo l’aggiudicazione dei finanziamenti ai 3 Comuni vincitori – Mercatello sul Metauro e Borgo Pace, in provincia di Pesaro Urbino, ed Esanatoglia in provincia di Macerata – è stata la volta della selezione dei progetti presentati dagli architetti. Ognuno dei gruppi di progettisti risultato vincitore potrà ideare interventi del valore di un milione di euro: a tanto ammonta l’investimento regionale per ognuno dei tre Comuni.

La Commissione di esperti ha individuato i tre team di architetti vincitori:

  1. Arch. Massimo Bottini, Arch. Roberto Ricci, Arch. Marialuisa Cipriani, Arch. Farhad Khairkhah Masooleh e P. I. Mirco Magnani per Mercatello sul Metauro.
  2. Arch. Laura Bragalini, Ing. Davide Agnelli, Ing. Gianpaolo Vecchi e Ing. Maria Cristina Bazzani per Borgo Pace.
  3. Arch. Stefano Scalabrino, Ing. Adriano Verdelocco, Ing. Antonio Scalabrino e Ing. Michele Iaciofano per Esanatoglia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here