Il Comune di Camerano premia i volontari del Comitato Presepe

248

Oltre 1.700 i visitatori nell’edizione 2023, mai così tanti. Il Comune di Camerano punta sulla rappresentazione della Natività nella Grotta Ricotti appartenente al più importante complesso ipogeo antropico delle Marche e ringrazia gli oltre 50 volontari della Pro Loco Maratti, Comitato Presepe, Knit del Conero, Acli Colle Lauro e AVIS Camerano

 Consegnati dal Comune di Camerano gli attestati di benemerenza ai volontari che hanno animato il Natale di questo anno con il Presepe Vivente nel centro storico e la rappresentazione della Natività nella Grotta Ricotti. Il Natale 2023 della città “Cuore del Parco del Conero” si è caratterizzato con questa iniziativa poiché, come è noto, il complesso di Grotte antropiche di Camerano è un contesto unico nel quale realizzare una rappresentazione così affascinante.

“Il Comune – ha dichiarato il Sindaco di Camerano Oriano Mercante – ha inserito come perno delle iniziative natalizie il Presepe Vivente e la rappresentazione Natività nella Grotta Ricotti poiché rappresenta uno scenario unico sul territorio e che caratterizza in maniera inimitabile la nostra offerta per gli eventi del periodo. Dati alla mano è stata una scelta giusta, sono stati, infatti, oltre 1.700 i visitatori durante i 3 giorni di rappresentazione, record assoluto rispetto alle precedenti edizioni. Un risultato figlio dell’incessante lavoro degli oltre 50 volontari della Pro Loco MarattiComitato PresepeKnit del ConeroAcli Colle Lauro e AVIS Camerano cui vanno, a nome di tutta l’Amministrazione, i più sinceri complimenti e ringraziamenti”.

“La passione dei volontari – ha rilevato Federico Lauretti della Pro Loco Maratti di Camerano e membro del Comitato Presepe – è stato elemento fondamentale per il successo dell’iniziativa 2023. Quest’anno si sono realizzati gli allestimenti con materiali di recupero, un approccio sostenibile e non impattante alla manifestazione da una parte e, dall’altro, un messaggio importante per le nuove generazioni sul concetto di gestione e uso delle risorse. Visitando il Presepio è stato evidente come la creativitàl’intuizione e l’arte di ingegnarsi siano stati i tratti peculiari di chi crede che in questa era digitale, il saper “fare con le mani” sia ancora un valore imprescindibile per l’uomo, un elemento che non è sfuggito a moltissimi spettatori. Il successo di questa edizione del Presepio Vivente ha creato tante aspettative per la prossima edizione e, sono convinto, che il lavoro sinergico tra Comune, associazioni e volontari sperimentato questo anno potrà, anche nel 2024, dare a tutti delle belle soddisfazioni”.

“Come ho avuto modo di ricordare in più occasioni – ha chiosato Barbara Mori Assessore alla Cultura del Comune di Camerano – il Presepe Vivente è una performance e può essere visto come un’opera d’arte, con figure e scenari realizzati con cura e creatività, proprio come quello realizzato qui a Camerano.A questo elemento centrale in questo Natale abbiamo fortemente voluto aggiungere un’altra grande forma d’arte: la musica. Tanti i concerti svoltisi durante il periodo delle festività, senza dimenticare, come è normale, le iniziative in piazza per le famiglie e i bambini, così da soddisfare le esigenze più disparate di tutti coloro che hanno voluto visitare la nostra città in questo particolare periodo dell’anno”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here